Tutti i benefici e la ricetta del gomasio, l’alternativa salutare al sale

Il gomasio è un condimento molto usato nella cucina asiatica, ottimo per sostituire il sale. Vediamo quali sono le sue proprietà, quali le controindicazioni e come usarlo in cucina.

Il gomasio è un condimento composto da sale marino e semi di sesamo tostato, molto usato nella cucina asiatica, in particolare in quella giapponese, e nell’alimentazione macrobiotica. Grazie al recente successo del cibo orientale in Italia, è sempre più utilizzato anche sulle nostre tavole.

Per ottenere questo saporito condimento, il sale e i semi di sesamo vanno mescolati e triturati in un mortaio. Alla ricetta base è possibile aggiungere altri ingredienti, come i semi di girasole o canapa e l’alga Wakame o Nori. Tutti ingredienti con un alto contenuto di sodio, che possono quindi sostituire in parte il sale.

A differenza di quest’ultimo, il gomasio ha numerosi benefici, anche se non mancano le controindicazioni. Vediamo quali sono.

Gomasio proprietà

Gomasio
FONTE FOTO: https://it.pinterest.com/pin/350647520960694388/

Il gomasio è una valida alternativa al sale marino, ottimo per coloro che hanno bisogno di ridurre l’apporto giornaliero di sodio e cloro. Pur non essendone privo, infatti, li contiene in misura ridotta.

Grazie alla presenza di sale marino, contiene numerosi oligoelementi, tra cui zinco, iodio, rame e magnesio. I semi di sesamo, invece, forniscono calcio, vitamine (A, gruppo B, D, E e PP), grassi insaturi e proteine.

Tutti questi sali minerali e vitamine lo rendono un ottimo integratore alimentare in caso di stanchezza, affaticamento, difese immunitarie basse ed esaurimento nervoso. L’elevato contenuto di calcio fa sì che aiuti a prevenire l’osteoporosi. Gli acidi grassi, in particolare gli omega 3, aiutano a prevenire infiammazioni e patologie cardiovascolari, facendo abbassare i livelli di colesterolo. Infine, un cucchiaino di gomasio può è un ottimo rimedio contro il mal di testa e di stomaco.

Gomasio controindicazioni

Il gomasio non ha particolari controindicazioni. Ovviamente, essendo composto da sale e semi di sesamo, contiene sodio e grassi, quindi è meglio non consumarne quantità eccessive.

La quantità che di solito si usa per condire i cibi, comunque, è ridotta, quindi non si corre alcun rischio.

Gomasio: valori nutrizionali

I valori nutrizionali di 100 g di gomasio sono i seguenti:

– Kilojoule 2314 kJ

– Calorie 553 kcal

– Proteine 21,18 g

– Carboidrati 9,94 g

– Zuccheri 0,18 g

– Grassi 46,96 g

– Grassi Saturi 6,643 g

– Grassi Monoinsaturi 18,294 g

– Grassi Polinsaturi 19,969 g

– Colesterolo 0 mg

– Fibra 6,5 g

– Sodio 788 mg

– Potassio 158 mg

Gomasio: la ricetta per farlo in casa

Il gomasio può essere acquistato nei negozi di cibi orientali o macrobiotici, ma può essere anche facilmente preparato in casa. Gli ingredienti necessari sono solo i semi di sesamo e il sale marino, utilizzati in proporzione da 1:10 ad 1:25, a seconda che lo si voglia più o meno salato o meno.

Tostate i semi di sesamo in padella a fuoco medio per circa 15 minuti. Saranno pronti quando avranno assunto un colore dorato. Una volta raffreddati, pestateli in un mortaio e in seguito aggiungete il sale. Mescolate tutto con cura e conservate il composto in frigorifero per non più di due settimane, preferibilmente in un barattolo di vetro con coperchio ben chiuso.

[amazon_link asins=’B01LD6240S,B00DN9I5R0,B01JIZWQA4′ template=’ProductCarousel’ store=’deltapictures-21′ marketplace=’IT’ link_id=’680d2607-33fb-11e8-8daa-494ec3168209′]

ultimo aggiornamento: 19-04-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures