Acqua di cumino: benefici, proprietà e come si prepara

Acqua di cumino, un elisir dai tanti benefici

L’acqua di cumino: una bevanda poco conosciuta ma incredibilmente preziosa per la nostra salute a causa dei suoi grandi benefici. Scopriamo quali sono.

L’acqua di cumino è una bevanda conosciuta da pochi ma ricca di benefici. Questa bevanda prende il nome dall’omonima spezia, originaria dell’Asia Minore. Molti indizi indicherebbero la Siria come madre patria di questa pianta erbacea, ma non vi sono prove certe. Tuttavia, la bevanda ricavata dalla sua acqua, conosciuta anche come Jal Jeera, avrebbe origini indiane.

In occidente, il cumino è conosciuto solamente per l’utilizzo dei suoi semi, che compaiono in numerosi piatti. Ciò nonostante, sarebbe consigliato provarne anche l’acqua, che è famosa per i suoi grandi benefici. Scopriamo quali sono.  

Aqua di cumino, le proprietà

Semi di cumino
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/semi-di-cumino-macro-close-up-290973/

L’acqua di cumino presenta notevoli proprietà. Essa è considerata una dei metodi migliori per rafforzare il sistema immunitario in maniera naturale. Perché? A causa della grande quantità di antiossidanti contenuti al suo interno.

Inoltre, è un’ottima alleata del processo digestivo: stimolando la secrezione di enzimi digestivi, attenuando l’acidità e favorendo la diminuzione dei gas addominali, aiuta chi ne fa uso a mantenere un ventre piatto e una pancia sgonfia.

I suoi benefici non finiscono qui, l’acqua di cumino, ricca di ferro, riduce i sintomi dell’anemia. E, grazie alla presenza del potassio al suo interno, aiuta l’apparato cardiaco nello svolgimento delle sue funzioni.

In aggiunta, si dice che questa bevanda di origini indiane acceleri il metabolismo, favorendo la perdita di peso e la disintossicazione dell’organismo. Quest’ultimo punto ha effetto anche sulla pelle, che diventerà di conseguenza più lucente.

Non va inoltre dimenticato che l’acqua di cumino, allentando le tensioni e diminuendo lo stress, aiuta anche ad avere un sonno più tranquillo.

Come si prepara?

Si tratta di un processo estremante semplice, anche per i più inesperti. Basterà riempire un bicchiere con dell’acqua e aggiungere al suo interno due cucchiai di semi di cumino. Dopodiché, lasciate riposare per una decina di ore (è consigliato infatti preparare il bicchiere la sera così che sia pronto al mattino).

Prima di bere ricordatevi di filtrare l’acqua: non dovete bere anche i semi. Se tutto è andato per il meglio, l’acqua avrà un colore tendente al marrone.  

Esiste anche un’altra variante dell’acqua di cumino. In India, si fa bollire un litro d’acqua con all’interno tre cucchiai di semi della spezia per circa quindici/sedici minuti. Finito il processo, setacciate l’acqua. Per un sapore più delicato, aggiungete un poco di miele o zucchero. Aggiungete dello zenzero per accentuarne i benefici.

Sebbene in molti consiglino di berne due bicchieri al giorno, è importante, prima di iniziare ad assumere tale acqua, chiedere un consiglio al proprio medico, specialmente nel caso di persone allergiche, con malattie al fegato o sottoposte a terapie ormonali.  

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/semi-di-cumino-macro-close-up-290973/, https://pixabay.com/it/photos/orhid-fiore-cumino-primo-piano-1024668/

ultimo aggiornamento: 26-01-2020