Tipi di sale: scopri qual è il tuo preferito, gli usi e le proprietà

Tipi di sale: scopri qual è il tuo preferito, gli usi e le proprietà

Ecco un elenco dei più famosi tipi di sale disponibili in commercio, gli usi e le proprietà che li caratterizzano, per orientarti a scegliere il meglio a seconda delle tue esigenze.

Esistono tanti tipi di sale in natura che si presentano con diverse caratteristiche e proprietà. Oltre ad essere un alleato indispensabile in cucina per insaporire piatti e pietanze, il sale può essere benefico per l’organismo e per la cura della pelle.

Andiamo a scoprirne di più!

Tipi di sale e abbinamenti

sale rosa
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/sale-grani-sale-dell-himalaya-1778597/

Sale marino integrale

Contiene molti minerali e oligominerali tra i quali il potassio, il magnesio, lo zolfo, il fosforo, il rame e lo iodio. E’ la presenza di quest’ultimo la principale caratteristica che lo differenzia dal sale normale, che invece lo perde con la raffinazione. Per questo, il sale marino integrale si può consumare in quantità maggiori. In quanto apporta benefici alla nostra salute. Ad esempio, migliora le funzionalità dell’intestino.

Mentre in cucina si può usare indistintamente per qualsiasi tipo di pietanza.

Sale rosa dell’Himalaya

Conosciuto ormai da tempo, il sale rosa dell’Himalaya, pregiato, antico e incredibilmente puro, viene raccolto a mano nelle montagne della regione del Punjab, in Pakistan. Al suo interno troviamo naturalmente 84 differenti elementi tra metalli e minerali. I suoi cristalli, nelle diverse tonalità di rosa, confermano l’alto contenuto di minerali naturali che lo rendono il più ricco e completo al mondo.

Inoltre, è molto curativo e usato spesso nei centri di bellezza per i trattamenti del corpo. In cucina si differenzia per il sapore particolare e può essere usato su ogni piatto, soprattutto per i pesci crudi, le patate al forno e la carne bianca.

Sale rosso delle Hawaii

Il colore lo si deve all’argilla rossa, di origine vulcanica, depositata nella zona di estrazione. E’ ricco di ferro: contiene circa 1,65 mg in 100 grammi contro gli appena 0,33 mg del comune. All’assaggio, si avverte un sentore di nocciole tostate. Ed è proprio il colore uno dei suoi punti forti. Anche se in cottura si perde, può essere sempre utilizzato per decorare i piatti.

Si abbina bene alle grigliate di carne e di pesce, al tofu, al riso, ai risotti e alle patate. Da provare anche pestato insieme a erbe aromatiche.

Sale blu di Persia

Deriva dalle millenarie miniere di sale dell’Iran. E’ piuttosto ricercato e quindi costoso. La sua caratteristica sfumatura è data dalla silvinite. Ricco di potassio, calcio e magnesio, il sale blu ha un retrogusto speziato, da macinare al momento o tenere in grani.

E’ ideale per condire verdure, carni bianche e pesci, insalate, brodi o per decorare piatti ricercati.

Sale della Danimarca

Sale
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/sale-affumicato-piramide-di-sale-308050/

Di origine marina, viene affumicato in legni di quercia e ginepro rispettando antiche tradizioni vichinghe. La lavorazione, rigorosamente a mano, è molto lunga, infatti ci vogliono più di 90 ore.

E’ privo di additivi o antiagglomeranti. Ed ha un sapore ricco ed unico, che si abbina bene alle carni, la carbonara, le zuppe e le uova in tutte le sue versioni.

Sale grigio di Bretagna

E’ tra i tipi di sale più famosi al mondo e si caratterizza per la buona qualità. Il colore grigiastro deriva dai minerali assorbiti da una particolare argilla tipica di questa zona della Francia. Ed è ricco di minerali e povero di sodio. Ha un sapore delicato e ricco allo stesso tempo, non troppo salato.

Quindi, è adatto per tutti i piatti di pesce e di carne bianca. Inoltre, è molto popolare fra gli chef e nell’alta gastronomia.

Sale nero di Cipro

Originario dell’omonima isola greca, questo sale viene arricchito con il carbone vegetale responsabile del suo colore scuro. Rispetto al sale marino contiene una percentuale di iodio un poco inferiore. Viene efficacemente utilizzato nella cura di malattie intestinali, oltre che per le intossicazioni e gli avvelenamenti.

Si presta bene per piatti di pesce bianco, patate dolci o con la frutta, per creare un interessante contrasto.

Sale di Maldon

Arriva dall’Inghilterra e si presenta sotto forma di fiocchi bianchi. E’ tra i tipi di sale più amati dagli chef. Infatti, è stato il primo sale gourmet ad essere commercializzato in Europa.

I suoi grani sono friabili e si sposa bene per consistenze soffici, su piatti dove il sale deve sciogliersi velocemente e nei dolci, in particolare è eccezionale sul cioccolato.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/sale-grani-sale-dell-himalaya-1778597/ ; https://pixabay.com/it/photos/sale-affumicato-piramide-di-sale-308050/

ultimo aggiornamento: 01-05-2019