Lo smart working e le lunghe ore passate davanti al PC possono danneggiare la salute della vista. Ecco pochi e semplici consigli per proteggere la vista.

A causa della situazione sanitaria molte persone lavorano in smart working e, passando diverse ore davanti al computer, possono sviluppare problemi alla vista. Queste condizioni di lavoro infatti possono alla lunga provocare fastidi agli occhi e, nei casi peggiori, problemi alla postura e alla salute visiva. Per evitare che questi piccoli inconvenienti si aggravino e per preservare la salute degli occhi in smart working basta seguire poche semplici abitudini. Scopriamo quali sono e come applicarle nel modo giusto.

Smart working e vista: postazione e campo visivo

Per riuscire a lavorare in smart working senza compromettere la propria vista è importante seguire qualche accorgimento. La prima cosa da fare è creare una postazione dedicata al lavoro. Infatti, rimanendo a casa, la tentazione di stendersi sul divano col PC sulle ginocchia è tanta. Ma sappiate che non c’è cosa più sbagliata.

Infatti su divano e poltrone mantenere una buona postura, e quindi una corretta posizione della testa, è molto difficile. In più, anche se sembra comodo, può modificare la postura e incurvare la colonna.

lavoro computer
lavoro computer

Costruire un angolo “da ufficio” in casa è molto importante e per farlo basta posizionarsi sul tavolo facendo attenzione a evitare riflessi sullo schermo. Inoltre un’altra buona abitudine per proteggere la vista se si fa smart working è creare la giusta linea visiva. Infatti per non affaticare troppo gli occhi potete inclinare lo schermo leggermente sotto la vostra linea di visuale e mantenerlo a circa 30 cm. Così potrete alleggerire lo sforzo sui muscoli oculari e sulla messa a fuoco.

Smart working e vista: dare sollievo agli occhi

Oltre alla scelta di una buona posizione e di una corretta postura, quando lavora in smart working è importante dare il giusto sollievo alla vista. Per prima cosa ricordate di fare delle pause regolari di circa 20 minuti, almeno ogni due ore. Durante questi breck si raccomanda di fissare un punto in lontananza per 20 secondi. Questa regola, conosciuta come 20/20/20, aiuta a combattere la stanchezza e l’annebbiamento degli occhi. Infatti li mantiene attivi e li costringe a cambiare punto di osservazione.

Inoltre per mantenere gli occhi umidi e idratati si possono utilizzare delle lacrime artificiali che non necessitano di prescrizione medica. Infine, quando si rimane molto tempo davanti al computer, e si fissa sempre lo stesso punto, si tende a sbattere di meno le palpebre. Questo provoca secchezza eccessiva degli occhi e per prevenirla basta eseguire un po’ di ginnastica. Ricordate di sbattere le palpebre almeno e di chiudere gli occhi per almeno 15-20 secondi per rilassare le palpebre e permettere l’idratazione.

Smart working e vista: occhiali e luce blu

Quando si è in smartworking e si vuole preservare la salute della vista, è importante tenere sempre ben puliti gli occhiali. Mantenere questi accessori liberi da aloni aiuta a non affaticare gli occhi. Se volete raggiungere un buon risultato, il consiglio è quello di lavarli con acqua e una goccia di detersivo.

uomo lavoro occhiali
uomo lavoro occhiali

Se si desidera una protezione completa si possono scegliere degli occhiali con filtro luce blu, disponibili anche per chi non ha bisogno di occhiali. Infatti un’esposizione eccessiva alla luce blu emessa dai dispositivi tecnologici può affaticare gravemente la vista e provocare anche disturbi del sonno o emicrania. È anche disponibile una funzione di filtro luce blu su alcuni dispositivi che, pur avendo meno effetto, è d’aiuto.

Alimentazione e cura della vista in smart working

Come molti sapranno, anche l’alimentazione svolge un ruolo importante nella salute della vista, che si faccia smart working o meno. Tra gli elementi che più di alti contribuiscono alla salute degli occhi troviamo sicuramente zinco e rame. Ma sono presenti anche vitamina E, C e beta carotene. Perciò introdurre nella propria dieta alimenti come le verdure a foglia verde, agrumi, carote e legumi può aiutare a prevenire l’indebolimento della salute visiva.

In particolare la vitamina C, protegge i vasi sanguigni degli occhi ed è un potente antiossidante, utili a prevenire la cataratta. Infine i carotenoidi aiutano a proteggere la retina e la macula, dalle radiazioni blu emesse dagli schermi.

star bene

ultimo aggiornamento: 23-11-2020


Abiti macchiati? Prova con un’aspirina in lavatrice…

Igiene in casa, i trucchi per evitare virus e infezioni