Olio essenziale di pino: le proprietà, gli utilizzi e le controindicazioni

Contro sintomi da raffreddamento e infezioni urinarie c’è l’olio essenziale di pino

Scopriamo l’olio essenziale di pino, un’essenza ottima contro i sintomi delle malattie da raffreddamento e le infezioni urinarie.

L’olio essenziale di pino si ricava dal Pinus sylvestris, un albero sempreverde conosciuto con il nome comune di pino silvestre o pino di Scozia.

Il pino silvestre cresce in Europa, dalle Alpi alla Scandinava, in tutta la Russia, fino alla Siberia, e nel nord della Cina. Parliamo di un albero che può raggiungere i quaranta metri di altezza a cui è stato dato l’appellativo di guardiano della vita.

Questo varietà di pino è da sempre usata nel campo della fitoterapia, ovvero un tipo di terapia condotta con prodotti di origine vegetale. Oggi, andremo a scoprire uno dei tanti prodotti che si possono ricavare da questa pianta: il suo olio essenziale.

Olio essenziale di pino, le proprietà

L’olio essenziale di pino gode di diverse proprietà benefiche. Innanzitutto, ricordiamo le sue proprietà espettoranti. Si tratta di un ottimo rimedio per combattere i sintomi delle malattie da raffreddamento, come raffreddore, tosse e naso chiuso.

Pino silvestre
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/pino-silvestre-pinus-sylvestris-1103363/

Un’altra caratteristica di questa essenza è quella di essere un ottimo antisettico, caratteristica comune a molti oli essenziali presenti sul mercato. Combattendo la presenza dei batteri, aiuta chi ne fa uso a liberarsi delle infiammazioni, in particolare quelle che colpiscono il tratto urinario.

Inoltre, l’olio essenziale di pino aiuta a combattere il senso di stanchezza sia fisica che mentale e a ridurre lo stress.

Utilizzi e controindicazioni dell’olio essenziale di pino

L’olio essenziale di pino può essere utilizzato in diversi modi. Per combattere i sintomi da raffreddamento e il catarro bloccato, è possibile effettuare dei suffumigi. Riempite un catino con dell’acqua bollente e versate circa dieci gocce di essenza al suo interno. Dopodiché, respirate il vapore che fuoriesce dal contenitore, evitando che si disperda nell’aria tramite l’ausilio di un asciugamano.

Sempre contro i sintomi da raffreddamento, ma anche contro stress e stanchezza, è possibile assumere l’essenza per via aerea, tramite l’ausilio di semplici diffusori di aromi e oli essenziali.

In caso di infiammazioni o infezioni, potete assumere l’olio essenziale per via orale: diluite un paio di gocce in un vettore, come un cucchiaino di zucchero o di olio d’oliva.

L’essenza di pino, che è sconsigliato in gravidanza, va utilizzato con parsimonia. Un abuso potrebbe portare a diversi effetti collaterali, tra cui l’irritazione delle mucose. Prima di farne uso, è bene chiedere consiglio a un esperto.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/pino-pigna-essenziale-olio-2988599/

ultimo aggiornamento: 17-03-2020