Una delle domande più comuni che coinvolge le donne in dolce attesa è quella circa il consumo delle fragole in gravidanza. Scopriamo, quindi, se si possono mangiare e quali regole seguire.

Le fragole in gravidanza sono da sempre una grande incognita per chi, essendo in dolce attesa, ha a cuore la propria alimentazione. Si tratta infatti di uno tra i frutti primaverili più buoni ma noto anche per essere un allergizzante.
Per questo motivo, sono in tante a chiedersi se si possono mangiare le fragole in gravidanza.
La risposta, per fortuna, è affermativa. È importante, però, prepararle nel modo giusto e conoscere alcune informazioni di base.

Mangiare le fragole in gravidanza: cosa è importante sapere

Anche se hanno il via libera, le fragole comportano una serie di rischi per cui è importante conoscerle bene prima di consumarle.

fragole in gravidanza
fragole in gravidanza

Sono, ad esempio, tra i cibi in grado di stimolare l’istamina che in alcuni soggetti può scatenare delle reazioni allergiche. Per questo motivo, se si hanno problemi in tal senso, prima di consumarle è sempre meglio chiedere un parere al proprio allergologo.
Tra le altre cose possono trasportare la toxoplamosi, malattia che se non si è immunizzate può creare danni al feto. Per fortuna, in questo caso basta un’attenta pulizia delle fragole per scongiurare ogni rischio, evitando magari di mangiarle quando si è fuori e non si è certe della loro pulizia.

Seguendo le giuste regole, le fragole sono sicuramente benefiche per la futura mamma. Sono infatti ricche di vitamina C e di ferro e contengono svariati antiossidanti utilissimi durante la gestazione. Tutti motivi per chi consumarle è sicuramente consigliato.

Come lavare le fragole in gravidanza: le regole da seguire

Come già accennato, in gravidanza è importante preoccuparsi maggiormente della pulizia delle fragole (così come di quella che riguarda frutta e verdura). Per andare sul sicuro è quindi consigliabile lavare le stesse con del bicarbonato. Questo è infatti in grado di eliminare eventuali microrganismi, uno tra tutti quello della toxoplasmosi.

Con un’attenta pulizia, il consumo delle fragole sarà certamente più rilassato ed in grado di apportare benefici senza che si corrano inutili rischi.

Riproduzione riservata © 2022 - NB

salute

ultimo aggiornamento: 15-04-2022


L’aceto di mele per dimagrire funziona? Ecco i suoi mille benefici

Susine: le proprietà che è importante conoscere