La dieta senza muco è un sistema ideato da un’insegnante che mirava ad aiutare l’organismo a curarsi da solo. Scopriamo come funziona e cosa mangiare.

Quando si parla di dieta senza muco si intende un regime alimentare privo di alcuni alimenti. Nota anche come dieta ehret, quest’alimentazione è stata ideata da un insegnante di disegno di nome Arnold Ehret, il cui intento era quello di trovare un modo per consentire al corpo di purificarsi da tossine e simili al fine di potersi curare da solo.
Scopriamo quindi come funziona questa dieta e quali sono i cibi da mangiare e quelli da evitare assolutamente.

Come funziona la dieta ehret

Il sistema di guarigione della dieta senza muco, noto anche come Ehretismo dovrebbe evitare la proliferazione di virus, germi e batteri che, senza la presenza del così detto muco, si limiterebbero solo a transitare e senza attecchire.

donna con insalata
donna con insalata

Per seguirla è quindi importante eliminare tutti gli alimenti che producono muco e senza i quali, sempre a detta di Ehret l’organismo dovrebbe essere in grado di purificarsi da solo.
Gli alimenti che vengono considerati nocivi sono quindi la farina bianca, il riso brillato, i formaggi, la carne, il pesce, i salumi e le uova.

Dieta senza muco: cosa mangiare

Andando ora ai cibi che è invece possibile mangiare, tra questi ci sono le verdure e la frutta fresca che vanno consumate crude e che sono considerate in grado di sciogliere il muco.
Tra i cibi da consumare ci sono quindi: frutta e verdura crude, semi oleosi, frutta a guscio e chicchi interi o germogliati. Inoltre ci sono degli alimenti che vengono considerati più consigliabili di altri.

Secondo alcuni, ad esempio, per i latticini ci sono quello magro e normale e la panna.
Per le verdure c’è una scelta più ampia. Questa va dalla lattuga, alle patate dolci, i carciofi, la verza, i pomodori, la zucca, la cicoria, la cipolla rossa, gli asparagi e i funghi.
Andando alla frutta, tra la più indicata ricordiamo le banane, le arance, i mirtilli, le albicocche, le mele, il melograno, le fragole e la noce di cocco.

Si possono poi usare in piccole quantità lo zucchero di canna, il caffè, il tè e il vino.
È importante tenere a mente che una dieta senza muco è anche molto sbilanciata. Per questo motivo, prima di seguirla è consigliabile parlarne con il proprio medico. E tutto al fine di non commettere errori e di trovare la soluzione più indicata per la propria situazione.

Riproduzione riservata © 2022 - NB

salute

ultimo aggiornamento: 20-09-2022


Caco mela: proprietà e benefici della variante più croccante del frutto

Funghi commestibili: quali sono e come riconoscerli