La dieta del sedano è un regime alimentare che permette di perdere peso facilmente e in poco tempo. Vediamo di capire come funziona la dieta e quali benefici offre.

La dieta del sedano è un regime alimentare molto particolare, che si basa sulle diverse proprietà di questo alimento. Infatti oltre a contenere un basso apporto calorico, parliamo di 20 calorie ogni 100 grammi, ha capacità drenanti e purificanti che lo rendono utile alla salute del nostro organismo. Proprio per questi motivi la dieta del sedano è una delle migliori soluzioni per chi vuole perdere peso in poco tempo, senza privarsi dei piaceri della cucina. Vediamo di capire come funziona questa dieta e quali alimenti si possono mangiare.

Dieta del sedano: i benefici

Come possiamo immaginare, l’alimento cardine di questa dieta è ovviamente il sedano, con tutte le sue qualità. Tra le più importanti possiamo sicuramente trovare l’azione purificante e drenante del sedano, che migliora l’eliminazione delle tossine, senza considerare l’alto contenuto di fibre. Proprio le fibre permettono di mantenere attivo ed efficiente l’intestino, prevenendo gonfiori o blocchi intestinali.

Bisogna anche ricordare che il sedano è un alimento ricco di potassio, che protegge la salute del cuore, e vitamine dei gruppi B e C. Queste ultime servono rispettivamente a preservare il metabolismo dell’organismo, contrastare i radicali liberi e potenziare le difese immunitarie. Ma quello che rende il sedano un alimento perfetto per la dieta è sicuramente il grande senso di sazietà che offre.

In ogni caso il modo migliore per consumare il sedano è ovviamente crudo. In questo modo sarà possibile mantenere inalterate le sue proprietà, ma è possibile anche consumarlo cotto al vapore. Si ricorda che è meglio evitare cotture troppo lunghe, poiché si rischierebbe di depotenziare gli effetti benefici del sedano.

sedano
sedano

Le controindicazioni del sedano

Come abbiamo visto, la dieta del sedano si basa sulle molteplici proprietà di questo alimento, capaci di offrire benefici a tutto l’organismo. Tuttavia esistono anche delle controindicazioni nell’uso del sedano, soprattutto per chi ha patologie ai reni. Perciò, come in ogni dieta, prima di intraprendere questo percorso è opportuno chiedere consiglio al proprio medico.

Dieta del sedano: esempi di menu

Inserire il sedano nella propria alimentazione e impostare un menu giornaliero o settimanale può non essere facile, perciò vediamo qualche esempio. A colazione, o per lo spuntino pomeridiano, si può magiare uno yogurt magro con frutta secca e un gambo di sedano.

Per i pasti principali invece, il sedano può essere servito crudo o al vapore come contorno. Può essere anche accompagnato da carote o carciofi e 100 grammi di carne bianca. In alternativa si può creare un’insalata con verdure miste, sedano e condita con olio e limone.

TAG:
chiedilo alla nonna dieta vetrina

ultimo aggiornamento: 17-10-2020


Come riconoscere se le uova sono ancora buone? Ecco tutti i metodi

Alghe commestibili: quali sono e che benefici offrono