Dieta Lean in 15, ovvero come dimagrire in 15 minuti

La dieta Lean promette di dimagrire e tornare in forma in soli 15 minuti al giorno. Vediamo come funziona e quali sono tutti i pro e contro di questo regime dietetico.

Dimagrire in 15 minuti, il sogno di tutti! Con la dieta Lean, è possibile. Ideata dall’esperto di fitness Joe Wicks, questa dieta, il cui nome letteralmente significa “in forma in 15”, promette di far perdere peso dedicando alla dieta e allo sport solo 15 minuti al giorno.

Non si tratta di un severo regime alimentare, ma di piccoli cambiamenti da attuare gradualmente nel tempo, per arrivare ad avere uno stile di vita sano. L’obiettivo principale non è dimagrire, ma essere in salute. Per questo non ci sono particolari controindicazioni e tutti possono provare la dieta Lean in 15. Vediamo nei dettagli come funziona.

Dieta Lean in 15: come funziona

Seguire questa dieta è facilissimo: basta comprare il libro di Wicks, che contiene 100 ricette a base di cibi sani, facili da preparare in soli 15 minuti. Per quanto riguarda l’allenamento, invece, quello consigliato è l’High Intensity Interval Training, ovvero un circuito di esercizi ad alta intensità, intervallati da brevi periodi di riposo.

Dieta del piatto unico
Fonte foto: https://pixabay.com/it/pasta-cretese-skiufihta-piatto-2898432/

Quando ci si allena, si devono consumare pasti ricchi di carboidrati, mentre nei giorni di riposo bisogna mangiare molte proteine e grassi buoni. Inoltre, sono previsti anche snack speciali. In generale, nei giorni d’allenamento sono previsti due pasti poveri di carboidrati, uno ricco di carboidrati e due snack. Durante gli altri giorni della settimana invece tutti i pasti sono poveri di carboidrati.

Teoricamente per ottenere risultati bisognerebbe applicare questo regime alimentare per 90 giorni, ma è possibile anche vedere dei risultati dopo 15 giorni. Vediamo come.

Un esempio di Dieta Lean: menù e alimenti

Se scegliete questo particolare regime alimentare, dovete suddividere la vostra settimana in 4 giorni di allenamento, dove i pasti saranno principalmente a base di carboidrati, e 3 giorni di riposo in cui assumerete pasti a basso contenuto di carboidrati e due snack.

Ecco un menù ipotetico da applicare nei giorni di allenamento:

Colazione: due bicchieri d’acqua a stomaco vuoto + yogurt a basso contenuto di grassi e caffè.

Spuntino: un frutto

Pranzo e cena: 50 g di cereali fra pasta, riso, farro o altri, 200 g di carne bianca o di pesce, una porzione abbondante di verdure, un panino o in alternativa 200 g di patate.

Nei giorni di riposo, invece, il menù potrebbe assomigliare a qualcosa del genere:

Colazione: due bicchieri d’acqua a stomaco vuoto + due uova e caffè non zuccherato.

Spuntino: frutta secca.

Pranzo e cena: 200 g di carne o di pesce, verdura (preferibilmente a foglia verde).

Spuntino: Frutta secca, cioccolato o un frutto.

dieta Atkins
Fonte foto: https://pixabay.com/it/asparagi-bistecca-costata-di-manzo-2169305/

Dieta Lean in 15: pro e contro

Il vantaggio della dieta Lean è che non comporta grandi sacrifici e con il tempo educa ad avere un’alimentazione sana. Essendo necessari solo 15 minuti di allenamento al giorno, è ottima per chi non ha tempo di andare in palestra. Anche le ricette si preparano al volo, in 15 minuti.

Non mancano gli svantaggi: bisogna comprare il libro, che risulta un po’ vago sulle quantità di cibo da consumare. Inoltre, le ricette si basano per lo più su un alto consumo di proteine animali, motivo per cui questa dieta ha ricevuto numerose critiche.

Insomma, in definitiva vi consigliamo di comprare i libri se volete saperne di più, ma prima di iniziare la dieta il nostro consiglio è quello di consultare il vostro medico o un nutrizionista che possa consigliarvi la migliore soluzione adatta a voi e al vostro organismo.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/asparagi-bistecca-costata-di-manzo-2169305/, https://pixabay.com/it/pasta-cretese-skiufihta-piatto-2898432/

ultimo aggiornamento: 17-12-2018