Lo zenzero ha proprietà brucia grassi e accelera il metabolismo, favorendo la perdita di peso. Vediamo come usarlo per dimagrire.

Probabilmente conoscete lo zenzero per il suo ottimo sapore e per gli usi che se ne fanno in cucina, primo fra tutti i buonissimi biscotti natalizi a pan di zenzero. Quello che forse non sapete è che si può usare lo zenzero per dimagrire.

Questa pianta, infatti, aiuta ad accelerare il metabolismo, a bruciare i grassi e quindi a perdere peso. Ovviamente, non basta consumare quantità industriali di zenzero per tornare in forma, anzi un uso spropositato può anche avere effetti collaterali. Vediamo, allora, come usarlo per dimagrire.

Le proprietà dimagranti dello zenzero

Zenzero radice e in polvere
Zenzero radice e in polvere

Lo zenzero è una pianta ricca di benefici. Innanzitutto, contiene gingerolo, una sostanza che, oltre a dargli il tipico sapore leggermente piccante, aiuta a dimagrire. In particolare, il gingerolo aumenta la temperatura corporea, accelera il metabolismo e aiuta a bruciare i grassi.

Lo zenzero è anche un ottimo digestivo, favorisce la digestione delle proteine e dei carboidrati, migliorando l’assimilazione dei nutrimenti. Inoltre, aiuta a eliminare i gas intestinali, sgonfia la pancia e placa il senso di fame.

Come usare lo zenzero per dimagrire

Lo zenzero per dimagrire può essere usato in diversi modi. Se vi piace il suo sapore particolare, potete mangiare qualche pezzettino di rizoma tra un pasto e l’altro, evitando però lo zenzero candito e quello essiccato, che contengono zuccheri aggiunti, che sicuramente non aiutano a perdere peso.

In alternativa, potete preparare una tisana allo zenzero e limone per dimagrire, che unisce le proprietà brucia grassi del primo a quelle depurative del secondo. Prepararla è molto semplice: fate bollire un pentolino d’acqua oligominerale, aggiungete qualche pezzetto di zenzero fresco e lasciatelo in infusione per circa dieci minuti. Aggiungete poi il succo di limone e, se volete dolcificarlo, un cucchiaino di miele.Se poi non amate il gusto dell’agrume e preferite qualcosa di più dolce potete anche optare per una tisana curcuma e zenzero, per dimagrire anche questa versione è perfetta e combina le caratteristiche delle due radici.

Una bevanda allo zenzero molto saporita, più adatta all’estate, è l’acqua detox. Mettete in una caraffa acqua e zenzero (per dimagrire è perfetto), lasciate in infusione in frigorifero tutta la notte e consumate la bevanda nel corso della giornata successiva. Infine, lo zenzero può essere anche aggiunto a centrifugati di frutta e verdura.

Dose giornaliera: quanto zenzero consumare?g

Tisana dimagrante
Tisana dimagrante

Lo zenzero si può consumare in diverse forse: non solo in infusione, ma anche in polvere o fresco. Voi quale scegliereste? In caso di zenzero fresco la dose giornaliera raccomandata per giovare di tutte le sue proprietà sembra aggirarsi tra i 10 e i 30 g. Molto meno invece per la versione in polvere: è consigliabile consumare circa 4 grammi di zenzero in polvere al giorno, questo perché si tratta di una versione più concentrata, che può causare disturbi intestinali nei soggetti più sensibili.

Ci sono controindicazioni? Lo zenzero per dimagrire fa bene?

Come abbiamo detto in precedenza lo zenzero ha tantissime proprietà perfette per chi vuole perdere peso, tra cui la caratteristica di essere altamente saziante. Per questo motivo è perfetto per la vostra dieta, tuttavia dovete fare attenzione ai dosaggi. Per i soggetti più sensibili potrebbe portare dei problemi a livello gastrointestinale. Inoltre è bene farsi consigliare dal medico curante in caso si assumano farmaci come gli anticoagulanti (potrebbero limitarne l’efficacia). In ultimo, fate attenzione a non essere allergici. L’allergia allo zenzero è abbastanza rara ma è bene non dare nulla per scontato, in caso di fastidi, arrossamenti o malessere dopo l’assunzione chiedete consiglio a un esperto.

ultimo aggiornamento: 08-10-2021


Mal di gola in gravidanza: come affrontarlo nel modo più semplice e immediato

Antibiotici in gravidanza: quando e come assumerli