Vampire facial: la maschera per il viso a base di sangue è pericolosa!

La vampire facial è la maschera per il viso a base di sangue. Un trattamento di bellezza considerato pericoloso per il rischio di trasmissione di HIV!

Una delle ultime tendenze in fatto di bellezza è la vampire facial, un trattamento per la pelle del viso che si fa utilizzando il proprio sangue, è stata considerata pericolosa. Il trend di bellezza ha avuto molto successo tra le celebrities del mondo dello spettacolo e le influencer più seguite sul web.

Ma ben presto è stato scoperto che si tratta di una pratica piuttosto pericolosa. Il rischio di contagio da Hiv e altre malattie è molto alto, ci sono stati anche alcuni casi molto gravi nel mondo. Scopriamo insieme meglio di cosa stiamo parlando!

La Vampire facial perché è pericolosa?

Entrare in un centro benessere e fare questa pratica stava diventando sempre più di moda. Finché in New Messico, esattamente in una spa di Albuquerque è stata trasmessa dagli aghi utilizzati una grave malattia infettiva ad una paziente. Attualmente il centro è stato chiuso dalle autorità sanitarie e hanno invitato tutti i clienti a sottoporsi al test dell’Hiv. Molti altri sono stati i casi di problemi dovuto a questa pratica anche nel resto del mondo.

Questa pratica, detta anche vampire facelift, è stata resa famosa da Kim Kardashian, la quale l’ha utilizzata spesso. Ma anche molte altre star del mondo dello spettacolo non hanno resistito e l’hanno provata, come Rupert Everett e Bar Rafaeli.

Le infezioni che vengono contratte però sono numerose, per questo motivo il trattamento è considerato pericoloso. In merito, Michael Landen, epidemiologo del dipartimento, avrebbe spiegato: “Questo tipo di virus può essere trasmesso facilmente attraverso gli aghi. Questo può succedere per un uso o uno stoccaggio improprio“.

Vampire facial
Fonte foto: https://www.instagram.com/digitalv_/

Vampire facial lift: cos’è e come funziona?

Il trattamento consiste in un prelievo del proprio sangue, che poi viene centrifugato e separato dalle piastrine, le quali successivamente vengono rimesse all’interno del plasma. Quest’ultimo viene arricchito con altre sostanze e poi viene iniettato nelle zone lifting della faccia con dei piccoli aghi. Oppure vengono fatti altri trattamenti sul volto, sempre con il proprio sangue, come per esempio uno scrub. Il trattamento sarebbe in grado di attenuare le rughe e i segni di invecchiamento della pelle.

Fonte foto: https://www.instagram.com/digitalv_/

ultimo aggiornamento: 14-09-2018

Giulia Sambinello

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures