Unghie sfaldate: le cause più frequenti e rimedi più efficaci

Le unghie sfaldate possono avere diverse cause, sia esterne che interne all’organismo. Vediamo quali sono le più comuni e quali rimedi adottare per rinforzarle.

chiudi

Caricamento Player...

Le unghie fragili sono un disturbo piuttosto comune. Indubbiamente le unghie sfaldate sono fastidiose e brutte a vedersi, ma non si tratta solo di un problema estetico: a volte le cause possono essere infezioni da funghi o carenze nutrizionali, che vanno correttamente curate, sotto consiglio di un medico.

Vediamo, quindi, come riconoscere le possibili cause delle unghie che si sfaldano e quali sono i rimedi, naturali e non, da provare per risolvere il problema.

Unghie che si sfaldano: le cause

Le cause delle unghie sfaldate possono essere sia esterne, cioè dovute al contatto con sostanze che le rendono fragili, sia interne, legate a carenze nutrizionali ed altri problemi di salute.

Unghie sfaldate
FONTE FOTO: https://pixabay.com/it/piuma-pennacchio-mano-ragazza-1078424/

Le cause esterne più comuni sono:

Detersivi e detergenti aggressivi. Il contatto frequente con le sostanze chimiche contenute in alcuni detergenti aggressivi, può seccare e indebolire le unghie. Se non proteggete le mani con appositi guanti quando fate le pulizie domestiche, quasi sicuramente sono i detersivi la causa del vostro problema.

Ricostruzione unghie e smalto semipermanente. La ricostruzione unghie, in gel o acrilico, e lo smalto semipermanente sono la soluzione ideale per chi vuole una manicure impeccabile a lunga durata. Purtroppo, però, la procedura di applicazione e rimozione, se fatta non viene fatta da professionisti competenti, può danneggiare le unghie, rendendole più sottili e quindi soggette a sfaldatura. Anche l’utilizzo troppo frequente di smalto tradizionale e acetone può fare danni.

Le cause interne, cioè legate a problemi di salute, sono invece:

Carenze nutrizionali, in particolare di vitamina A, vitamine del gruppo B, calcio e zinco;

Anemia, celiachia e disturbi della tiroide;

Micosi alle unghie, un’infezione causata da funghi.

Se pensate di poter scartare le cause esterne, vi consigliamo di rivolgervi ad un medico per individuare qual è il problema alla base della fragilità delle vostre unghie.

Rimedi per unghie sfaldate

Vediamo ora come curare le unghie sfaldate. Se la causa è una carenza nutrizionale, va ovviamente modificata la propria alimentazione, che deve essere ricca di frutta e verdura, per fare il pieno di vitamine e minerali. Se l’alimentazione non dovesse bastare, è possibile ricorrere a degli integratori multivitaminici specifici.

Se alla base del problema ci sono disfunzioni della tiroide o celiachia, bisogna rivolgersi ad un medico, che prescriverà la cura più opportuna.

In caso di micosi, sebbene in farmacia esistano numerosi farmaci da banco che non necessitano prescrizione, è sempre meglio chiedere consiglio ad un esperto.

Infine, se le unghie si sfaldano a causa delle manicure troppo frequenti o del contatto con detergenti aggressivi, la prima cosa da fare è non usare lo smalto per un po’ e proteggere le mani con dei guanti quando si fanno le pulizie. È utile, poi, ricorrere a dei rimedi naturali per rinforzarle.

Come rinforzare le unghie

Tra i più efficaci rimedi naturali per le unghie che si spezzano c’è l’olio d’oliva. Frizionate qualche goccia sulle unghie ogni sera prima di andare a dormire e nel giro di qualche settimana noterete già dei miglioramenti. In alternativa all’olio d’oliva, potete usare anche quello di argan, di germe di grano o di mandorle dolci.

Se le unghie, oltre ad essere sfaldate, sono anche ingiallite, potete provare ad immergerle per un quarto d’ora al giorno in un mix di olio d’oliva e succo di limone.

Infine, un rimedio naturale in caso di micosi è l’olio essenziale di tea tree, un potente antimicotico e antibatterico. Aggiungetene poche gocce in un cucchiaio di olio d’oliva e massaggiate il mix sulle unghie una volta al giorno, fino a quando il problema non sarà scomparso.