Le unghie onicofagiche sono il risultato di chi ha l’abitudine di mangiarsi di continuo le unghie. Scopriamo meglio il problema e come risolverlo.

Quando si parla di unghie onicofagiche si intendono quelle unghie del tutto rovinate per via dell’abitudine di mangiarle di continuo. Un vizio spesso dettato dall’ansia e dal forte stress e che, una volta instaurato, può risultare difficile da debellare.
Il risultato è quello di unghie molto rovinate e poco gradevoli da vedere. Unghie che danno un effetto di trascuratezza e che tra le altre cose possono portare all’insorgere di infezioni anche importanti. Motivo per cui è molto importante agire in modo da curarle il prima possibile.

Come funziona la ricostruzione delle unghie onicofagiche

Quando si vive un problema del genere e si riesce a superarlo, fare i conti con delle unghie rovinate può non essere facile. Dopotutto si hanno davanti agli occhi per tutto il giorno e questo quando l’unica cosa che si vorrebbe è di poter contare su delle unghie più sane.

onicofagia
onicofagia

Per ovviare a ciò esiste la ricostruzione delle unghie con gel, una tecnica che viene definita “ponte” in quanto fa uso del metodo del gel e delle cartine da applicare sotto l’unghia al fine di consentire la costruzione di quella nuova.

Per metterla a punto, si devono opacizzare le unghie con una lima, passare un primer a cui seguirà il gel. A questo punto si potrà passare all’applicazione dell’unghia da fissare come sempre con il fornetto. Fatto ciò si userà una cartina per allungare le unghie. Il tutto facendo attenzione a non esagerare con la lunghezza visto che si sta agendo su unghie terribilmente fragili.

La ricostruzione per unghie onicofagiche grave si rivela un buon modo per cambiare rapidamente l’aspetto delle mani.

A cosa prestare attenzione per una buona ricostruzione

Partiamo dal presupposto che lavorare su unghie così rovinate, comporta tutta una serie di precauzioni che è indispensabile mettere in atto.

La prima è quella di evitare di mangiarsi le unghie. A ciò si dovranno aggiungere prodotti sani e il più possibili ecologici e privi di sostanze chimiche. In questo modo non si aggrediranno le unghie e si potrà contare su maggiori possibilità riguardo la loro ricrescita.

Riproduzione riservata © 2022 - NB

mani

ultimo aggiornamento: 21-08-2022


Proprietà dell’argilla verde: ecco le più importanti

Tipi di labbra: ad ogni forma corrisponde una personalità