La tosse da reflusso è uno dei sintomi del reflusso gastroesofageo. Scopriamo come riconoscerla, quali sono i sintomi e cosa fare per curarla.

Tra i tanti tipi di tosse esistenti c’è anche la tosse da reflusso. Una problematica che rientra tra i sintomi atipici del reflusso gastroesofageo e che se non riconosciuta può essere curata in modo errato portando i sintomi a peggiorare. Scopriamo quindi ciò che è importante sapere a riguardo.

Tosse da reflusso: i sintomi

La tosse da reflusso gastroesofageo può presentarsi sia come una tosse secca e persistente che come una tosse grassa e con catarro. Per questo motivo viene spesso confusa con altri tipi di tosse. Il problema è che curarla con antibiotici o farmaci destinati ad altre patologie si rivela inutile e spesso può addirittura portare a un peggioramento. Motivo per cui è sempre bene imparare a riconoscerla. Cosa che si può fare riconoscendone i sintomi che sono:

donna con tosse
donna con tosse

– Tosse persistente
– Bruciore di stomaco
– Rigurgito acido
– Dolore al petto
– Alitosi
– Asma
– Abbassamento della voce
– Difficoltà a deglutire

In genere si presenta come una forma di tosse dopo mangiato, quando ci si sdraia o durante la notte.

Quando si ha la tosse associata a questi sintomi è importante sentire un medico per approfondire il problema. Cosa che andrebbe fatta anche in caso di tosse che non si cura con nulla. E questo perché a volte, reflusso gastrico e tosse possono essere quasi asintomatici, avendo appunto solo la tosse e pochi altri sintomi abbastanza comuni come campanello d’allarme.

Tosse da reflusso: i rimedi

Trattandosi di un problema importante, la tosse da reflusso andrebbe curata come patologia. Ciò significa che l’unico modo è quello di rivolgersi al medico curante e capire insieme le cause.

Che si tratti di un problema fisiologico o dovuto ad allergie alimentari o altri motivi, l’alimentazione è sempre un modo per intervenire al fine di ottenere risultati positivi. Ad esempio, si possono eliminare cibi grassi e pesanti, spezie piccanti, bibite gasate, dolci, caffè e tè. E si può optare per non andare mai a dormire subito dopo aver mangiato e mantenersi leggeri a cena.

Quanto ai rimedi naturali, spesso il bicarbonato può portare un po’ di sollievo. Qualora la sola dieta non bastasse, il medico potrà considerare di somministrare degli anti acidi.

TAG:
salute

ultimo aggiornamento: 13-03-2021


Cos’è il Molnupiravir? Il farmaco antivirale che velocizzerebbe la guarigione dal Covid

Allergia ai pollini: di cosa si tratta e quali sono i sintomi e i rimedi