Arriva il primo test anti droga per l’alcol: addio alle droghe nelle bevande!

È stato ideato il primo test anti droga per l’alcol: è in grado di determinare se all’interno delle bevande e dei cocktail sono state inserite sostanze stupefacenti!

Undercover Colors, la nuova startup tecnologica di quattro anni di età che ha la sua sede a Raleigh, nella Carolina del Nordtest ha progettato il test anti droga per l’alcol. In particolare è in grado in scovare tracce di benzodiazepine all’interno delle bevande.

L’app in soli trenta secondi riesce ad individuare e analizzare le sostanze stupefacenti che sono state inserite all’interno di un cocktail. Per questo motivo non c’è più da avere paura nel sorseggiare il nostro drink preferito in discoteca. Vediamo come funziona!

Il nuovo test anti droga come funziona?

Viviamo in un periodo in cui spesso si ha paura ad accettare di farsi offrire un cocktail in discoteca a causa dei tanti eventi negativi che sono successi in passato. La droga è un allarme a cui dobbiamo fare attenzione, in particolare se abbiamo bevuto qualche bicchiere di troppo, durante una serata tra amici.

Grazie alla nuova scoperta della startup non c’è più da avere paura, perché sarà molto facile smascherare le sostanze stupefacenti che vengono inserite nei drink. In particolare l’app è in grado di scovare le tracce di benzodiazepine.

Lo strumento test ha le dimensioni di una moneta e può essere comodamente portato in giro come un portachiavi o può essere inserito all’interno della cover dello smartphone. In soli trenta secondi di tempo è in grado di analizzare una goccia di liquido e di indicare se all’interno è presente della droga.

Droga
Fonte foto: https://pixabay.com/it/tossicodipendenze-antibiotico-71576/

Il funzionamento che viene utilizzato è molto simile a quello dei test di gravidanza, infatti il risultato viene fuori con delle strisce di colore. Se appare una sola striscia nella bevanda ci sono tracce di droga, se ne appaiono due invece no.

Lo strumento è in grado di analizzare più di cento bevande, tra queste i cocktail più comuni, ma anche il caffè, che è la bevanda più consumata al mondo.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/tossicodipendenze-antibiotico-71576/

ultimo aggiornamento: 13-09-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures