I semi di lino per dimagrire sono uno dei tanti rimedi in grado di aiutare nella lotta ai chili di troppo. Scopriamo insieme come usarli nel modo corretto.

Quando si desidera perdere peso, uno dei rimedi più ricercati e apprezzati è quello dei semi di lino per dimagrire. Questi semini oleosi, oltre ad essere ricchi di proprietà benefiche sono infatti anche in grado di aiutare a perdere i chili di troppo.
Ciò che conta è inserirli in un’alimentazione sana e bilanciata ed usarli nel modo corretto.
Ma come si mangiano i semi di lino per dimagrire? Ecco le dritte indispensabili da seguire.

Come usare i semi di lino per dimagrire: i consigli utili da seguire

Noti per essere tra i superfood in grado di apportare numerosi benefici all’organismo, i semi di lino sono anche preziosi per chi desidera perdere peso.

semi di lino
semi di lino

Ricchi di acidi grassi Omega-3, oltre a far bene a cuore e cervello aiutano infatti ad accelerare il metabolismo. È importante però, consumarli nel modo giusto. In genere basta un cucchiaino di questi semini a colazione per ottenere dei buoni risultati.

È inoltre importante sapere che nel caso dei semi di lino per dimagrire la pancia o altre zone del corpo, secondo gli esperti, questi devono essere in polvere.

Come si fa a macinare i semi di lino?

Ora che abbiamo appurato che per perdere peso con i semi di lino è importante assumerli in polvere, è importante capire anche come macinarli.
In genere, per farlo basta un semplice frullatore. Ciò che conta è che i semini vengano macinati qualche istante prima del consumo e non giorni prima. Prepararne una scorta da usare nel tempo è quindi caldamente sconsigliato.

Quanto al come mangiarli, il modo migliore è al mattino nello yogurt o all’interno di centrifughe e frullati.
Detto ciò è importante ricordare che, in quanto alimenti, anche i semi di lino possono avere delle controindicazioni. Il loro consumo è ad esempio sconsigliato a chi soffre di pressione bassa. In caso di patologie o di problemi di altro tipo è quindi preferibile rivolgersi al proprio medico curante prima di iniziarne l’assunzione giornaliera.

Riproduzione riservata © 2022 - NB

Dieta

ultimo aggiornamento: 10-01-2022


Crema budwig: cos’è e come si prepara

Latte di mandorla: quali sono le sue proprietà e perché fa bene