Rooibos: il tè rosso ricco di vitamina C

Il tè rosso rooibos è una bevanda originaria del Sud Africa, ricca di benefici. Vediamo quali sono le sue proprietà e le controindicazioni.

chiudi

Caricamento Player...

Il rooibos è una pianta che cresce in Sud Africa. Il suo nome significa “arbusto rosso” in afrikans, una delle lingue parlate nel paese africano.

Da questo arbusto viene ricavato l’omonimo infuso, anche detto tè rosso africano, perché, nonostante il suo caratteristico colore rosso, è molto simile al tè verde e a quello nero. Il tè rosso ha numerose proprietà benefiche, vediamo quali sono.

Rooibos: proprietà

Il tè rooibos è fonte di vitamine, in particolare di vitamina C. Contiene inoltre preziosi sali minerali, tra cui magnesio, fosforo, zinco e calcio.

Come il classico tè, è ricco di antiossidanti, ma è privo di caffeina e ha un basso contenuto di tannini, per cui mantiene il suo sapore naturalmente dolce anche dopo lunghe infusioni e non ha bisogno di essere zuccherato.

rooibos
FONTE FOTO: https://pixabay.com/it/rooibos-t%C3%A8-secco-di-foglie-di-t%C3%A8-2675473/

Rooibos: benefici

Essendo ricco di vitamina C, il rooibos aiuta a rafforzare il sistema immunitario, a prevenire i malanni di stagione e a combattere le infezioni. Siccome non contiene caffeina, può essere dato anche ai bambini.

Molto importanti sono anche i sali minerali contenuti nel tè rosso: il magnesio migliora il funzionamento dell’apparato muscolare, il calcio assicura la corretta formazione di denti ed ossa, lo zinco rafforza unghie e capelli, il fosforo migliora la memoria e favorisce l’assorbimento del calcio.

Il rooibos è una bevanda adattogena, quindi ha proprietà tonificanti se consumato al mattino o nel corso della giornata, mentre prima di dormire aiuta a rilassarsi e concilia il sonno. Infine, ha proprietà antispasmodiche e digestive.

Rooibos: controindicazioni

Il rooibos non ha controindicazioni, in quanto ha poche calorie, non deve essere zuccherato, è privo di caffeina, ha pochissimi tannini e non contiene acido ossalico.

Può quindi essere bevuto dalle donne in gravidanza, dai bambini, da chi soffre di calcoli, da chi deve seguire regimi alimentari ipocalorici e a basso contenuto di zuccheri.