Come fare palestra in casa? Ecco le regole base da seguire per un allenamento divertente ed efficace.

Fare palestra a casa, specie nel periodo della pandemia da Covid-19, è diventato piuttosto comune. Non sempre, però, si ha idea di come organizzarsi per far sì che l’allenamento sia effettivamente efficace. E questo, alla lunga, può portare a perdere costanza e voglia di fare. La buona notizia è che bastano davvero pochi accorgimenti per realizzare una piccola palestra a casa e renderla efficiente. Scopriamo quali sono e come partire al meglio.

Creare una palestra in casa: come fare per un risultato ottimale

La prima cosa da fare quando si decide di allenarsi a casa è quella di trovare uno spazio idoneo. Questo dovrà essere il più possibile libero da mobili od oggetti che potrebbero rompersi.

Allenamento
Allenamento

Ovviamente, l’ideale sarebbe avere una stanza apposita da poter adibire a palestra. Qualora ciò non fosse possibile si può però optare per la propria camera da letto o per il soggiorno. Il consiglio è quello di scegliere un ambiente dove sia presente una tv (in alternativa si potrà usare il portatile) e che preveda un angolo in cui poter riporre i propri attrezzi. In genere un armadio o un vano contenitore vanno più che bene.

Fatto ciò ci si deve occupare di scegliere gli attrezzi da inserire nella propria palestra personale. Il primo e indispensabile è un buon tappetino sul quale svolgere i vari esercizi. A questo si andranno poi ad aggiungere pesetti, elastici, cavigliere e tutto ciò che si ritiene possa essere utile.

Se si è digiuni di sport si può tranquillamente iniziare con il solo tappetino e due bottigliette da mezzo litro da riempire con acqua o sabbia. Ovviamente non dovrà mancare la tenuta sportiva. Ci si dovrà munire quindi anche di un abbigliamento comodo, asciugamani e scarpe da ginnastica.

Come fare palestra a casa nel modo giusto

Ora che abbiamo visto come allestire la palestra in casa è importante concentrarsi sull‘allenamento. Se non ci si allena da tanto potrebbe essere utile iniziare con qualche seduta in palestra con un personal trainer o almeno con una video chat iniziale per avere le informazioni di base ed essere corretti nelle varie posizioni. In alternativa si può scegliere di cercare sul web degli esercizi base iniziando magari dalla camminata sul posto per allenarsi con il respiro e proseguendo pian piano. Ovviamente anche andare a camminare può essere un buon inizio.

In genere si può partire alternando un po’ di cardio (anche corsa sul posto ed esercizi davvero basici) con altri da fare con i pesetti in modo da allenare anche i muscoli. Esistono tanti mini corsi (disponibili anche per smartphone) che illustrano esercizi e posizioni corrette e sbagliate e che possono aiutare a muovere i primi passi.

Ciò che conta è non esagerare mai, non aver fretta. Voler far troppo può infatti portare a stiramenti e contratture che finirebbero con il rallentare comunque i risultati.


Arriva il Bonus terme 2021: cos’è e come funziona!

Come curare la gotta e fare in modo che non si ripresenti