Gli occhi secchi sono un problema che può rivelarsi particolarmente fastidioso. Scopri da cosa dipende, come riconoscerlo e quali sono le possibili cure.

Quando si hanno gli occhi secchi significa che a monte c’è una variazione del film lacrimale che, peggiorando o alterandosi, porta alla secchezza degli occhi. Un fenomeno particolarmente fastidioso che ha diverse cause che è sempre bene accertare al fine di trovare la soluzione più idonea per guarire.

Occhi secchi: le cause più importanti

Quando si soffre di occhi asciutti i motivi possono essere diversi e vanno da una scarsa produzione di lacrime ad una loro evaporazione repentina che si collega quasi sempre ad un cattivo funzionamento delle ghiandole che sottintendono la produzione del film lipidico delle lacrime.

occhi secchi
occhi secchi

Tra le altre cause, che non andrebbero mai sottovalutate ci sono anche l’uso sbagliato o esagerato delle lenti a contatto, malattie sistemiche, l’arrivo della menopausa, degli squilibri ormonali in atto e l’uso di alcuni farmaci che hanno tra le avvertenze questa sintomatologia. In ogni caso quando ci si trova davanti ad un occhio disidratato, il consiglio è sempre quello di rivolgersi al proprio medico curante, in modo da capirne l’origine e trovare la soluzione più adatta.

Secchezza oculare: sintomi e possibili soluzioni

Per capire se il problema di cui si soffre è proprio quello dell’occhio secco, i sintomi sono il primo aspetto da tenere sotto controllo.

Tra i tanti ricordiamo:

– Lacrimazione alterata
– Occhi rossi
Bruciore oculare
– Fastidio alla luce
– Occhi asciutti
– Sensazione di avere qualcosa nell’occhio
– Difficoltà nell’aprire gli occhi al risveglio
– Vista annebbiata

In presenza di questi sintomi e dopo un’attenta visita alla quale si associano solitamente dei test sulle lacrime, l’oculista sarà in grado di fare una diagnosi e di procedere con la scelta della cura più adatta al caso. In genere, per risolvere il problema vengono suggeriti dei colliri in grado di mantenere gli occhi ben lubrificati. A questi si possono aggiungere degli impacchi di camomilla, utili per diminuire l’infiammazione oculare e per dare un certo sollievo.

Ovviamente, in presenza di patologie o di uso di farmaci in grado di provocare il problema dell’occhio disidratato, la prima cosa da fare sarà agire sugli stessi al fine di eliminare o ridurre il problema il più possibile.

Riproduzione riservata © 2022 - NB

salute

ultimo aggiornamento: 15-02-2022


Tic nervosi: cosa sono, perché si manifestano e come curarli

Setto nasale deviato: cause, sintomi e possibili soluzioni