I tic nervosi sono dei movimenti muscolari di tipo involontario che si verificano in qualsiasi parte del corpo. Scopriamo da cosa dipendono e come curarli.

Soffrire di tic nervosi non è affatto piacevole. I movimenti involontari che spesso si verificano, specie se sotto stress, sono infatti difficili da reprimere e a volte diventano estremamente ripetuti tanto che in caso di tic gravi la qualità della vita di chi ne soffre tende a risentirne in modo importante. Imparare a riconoscerli e a distinguerli tra loro è quindi di grande aiuto in quanto consente di comprenderne la tipologia portando così ad una possibile cura.

Tic nervosi: le cause più importanti

Esistono diversi tipi di tic nervosi. Ci sono quelli motori che consistono in movimenti ripetuti, quelli vocali che sono rappresentati da parole ripetute con una certa frequenza e quelli comportamentali che riguardano gesti e movimenti del viso.

tic nervosi
tic nervosi

In queste categorie rientrano tantissimi tipi di tic tra i quali ricordiamo quello di strapparsi i capelli, mangiarsi le unghie o dire parolacce senza un motivo. Anche la sindrome di Tourette può portare alla manifestazione di diversi tic che sono solitamente un mix tra i tic facciali e quelli motori.

Andando alle cause, si stima che, a meno di non soffrire di una particolare patologia come quella sopra citata, l’origine dei tic sia proprio nel nervosismo e nell’accumulo di stress. Basti pensare ai tic nervosi negli adulti che tendono a presentarsi maggiormente in momenti di forte tensione.

In genere, per avere una diagnosi è necessario rivolgersi ad un medico specializzato in questo tipo di problemi. Tuttavia non esistono test appositi se non la pura osservazione.
In generale, si può dire che i tic nervosi sono quelli che non si riescono a controllare o a reprimere. Anche se ciò può avvenire in alcuni casi di tic lievi, nella maggior parte delle situazioni si tratta di brevi parentesi dopo le quali i tic tornano a ripresentarsi.

Tic nervosi: come curarli

Per i tic nervosi, i rimedi vengono solitamente scelti dal medico in base alla gravità della situazione e ai livelli di stress di chi ne soffre.

Riguardo al come curare i tic nervosi, questi possono essere ridotti attraverso delle sessioni di psicoterapia volte ad aiutare ad esprimere lo stress in altro modo. Nei casi più gravi, invece, può essere necessario ricorrere all’uso di alcuni farmaci antipsicotici.

Riproduzione riservata © 2022 - NB

salute

ultimo aggiornamento: 14-02-2022


Perdite di sangue in menopausa: da cosa dipendono e come agire

Occhi secchi: cause, sintomi e possibili rimedi