L’indigestione è un problema piuttosto frequente ma che in pochi riescono a riconoscere come tale. Ecco come individuarla e cosa fare per stare meglio.

Quando si ha un problema di indigestione, la prima cosa da fare è capire subito di cosa si soffre in modo da poter agire per tempo e nel modo più consono.
Individuarla il prima possibile può aiutare infatti a sentirsi subito meglio e a trovare i rimedi più adatti alla propria situazione.

Indigestione: i sintomi da riconoscere

L’indigestione è un problema che riguarda lo stomaco e che si può presentare subito dopo mangiato.

indigestione
indigestione

In genere ha dei sintomi facilmente riconoscibili ma che non tutti sono davvero in grado di identificare.
Tra i più comuni ci sono:

Bruciore
Dolore allo stomaco
– Meteorismo
– Bocca amara
– Pesantezza
– Emicrania
– Brividi
– Sudorazione fredda
– Vomito
– Febbre

Detto ciò, l’indigestione ha cause diverse tra loro. Queste sono da ricercarsi solitamente in pasti eccessivi o ricchi di grassi difficili da digerire e/o dal consumo di bevande troppo fredde o calde. In alcuni casi anche il consumo eccessivo di bibite come l’alcol o il caffè può portare problemi.
È importante sapere che quando si ha indigestione con febbre o indigestione con vomito, può essere necessario rivolgersi subito ad un medico per essere certi di non avere un’intossicazione alimentare in corso.

Inoltre, in caso di indigestioni frequenti, possono esserci delle cause mediche come l’ansia, la gastrite, la pancreatite, l’ulcera gastrica, l’ulcera duodenale, la colecistite, etc… Motivo per cui si rivela molto importante rivolgersi ad un medico. In questo modo si escluderanno problemi di altro tipo, trovando magari un’alimentazione più consone al proprio stile di vita.

Indigestione: quanto dura e come si cura

Di solito l’indigestione si può presentare già da un’ora dopo il pasto.
Quanto alla durata, questa può variare in base all’entità del problema e alle condizioni fisiche. Nella maggior parte dei casi basta qualche ora per vederla diminuire fino a svanire.

La miglior cosa da fare, fin quando non si guarisce è quella di evitare altro cibo e di idratarsi per bene con della semplice acqua. Per facilitarne la scomparsa può essere utile bere una tisana a base di limone o zenzero.

Riproduzione riservata © 2022 - NB

salute

ultimo aggiornamento: 05-01-2022


Sindrome di Tourette: cos’è, quali sono i sintomi e come si cura

La curcuma fa dimagrire? Ecco cosa c’è da sapere a riguardo