Il gelato a colazione rende il cervello scattante e più reattivo, migliora la capacità di elaborare informazioni, in poche parole rende ‘più intelligenti’

Appena svegli non tutti hanno lo stesso appetito: alcuni si sentono inappetenti ed appesantiti, altri hanno assolutamente bisogno di mangiare qualcosa per iniziare a connettere.

Cosa scegli per fare colazione al mattino? Fai attenzione alle calorie anche quando si tratta del primo spuntino della giornata? Dal Giappone arriva una bella notizia per tutte noi, soprattutto per le golose: secondo uno scienziato giapponese, Yoshihiko Koga, professore presso la Kyorin University di Tokyo, mangiare gelato a colazione migliora le prestazioni mentali di una persona.

Si è sempre saputo che il nostro caro gelato è ottimo per la salute: apporta nutrienti e vitamine, fornisce energia, reintegra i liquidi, attiva il circuito del piacere, mettendo di buon umore

Lo studio

I partecipanti all’esperimento hanno assunto tre cucchiai di gelato a stomaco vuoto, appena svegli. Hanno poi risposto a una serie di esercizi sul computer. Il risultato è stato positivo: nei partecipanti all’esperimento sono stati osservati tempi di reazioni più veloci, oltre che una migliore capacità di processare informazioni. Quindi, lo stesso esperimento è stato condotto con un gruppo che a differenza di chi a colazione non aveva mangiato gelato, ha bevuto acqua fredda.

Questo gruppo ha risolto gli esercizi più velocemente rispetto ad altri, ma in misura minore rispetto a soggetti che avevano consumato un cucchiaio di gelato.

Alcuni nutrizionisti britannici hanno espresso un certo scetticismo a fronte dei risultati raggiunti dal Professor Yoshihiko Koga. Per Katie Barfoot, nutrizionista e studente del dottorato in psicologia, la spiegazione è semplicemente intuibile dal fatto che un gruppo aveva ingoiato qualcosa per la colazione, mentre l’altra no. “Il nostro cervello ha bisogno di glucosio, e il gelato è ovviamente un ‘pasto’ ricco di zucchero”.

Fonte Immagine: Pixabay


Il mare fa bene al cervello e rende felici, parola di scienza

Alimentazione: il nostro cervello predilige i cibi rossi