La dipendenza da internet è una problematica piuttosto diffusa, anche se molti fanno difficoltà ad ammettere di esserne vittime.

Oggi come non mai, specialmente dopo l’avvento dei social, la dipendenza da internet è diventata una problematica molto diffusa. Anche se quanti la vivono difficilmente ammettono di avere un disturbo, coloro che sono al loro fianco se ne accorgono benissimo, sentendosi afflitti e impotenti. Vediamo quali sono i sintomi e cosa fare per uscire dall’abuso della tecnologia.

Dipendenza da internet: i sintomi

L’espressione Internet Addiction Disorder (IAD) è stata coniata nel 1995, dallo psichiatra americano Ivan Goldberg. All’epoca, però, indicava l’abuso del gioco d’azzardo che portava le vittime ad avere conseguenze molto negative sulla loro vita. Ad oggi, la dipendenza da internet si è estesa a tutto il mondo virtuale e va ben oltre la ludopatia. Con l’avvento dei social, l’uso patologico della tecnologia è diventato impressionante, tanto che si fa fatica a guardarsi intorno e trovare persone senza lo smartphone ‘incollato’ alle mani. La dipendenza da internet ha sintomi chiari, impossibile da non notare:

  • necessità di trascorrere un tempo sempre maggiore e di connettersi più frequentemente per ottenere soddisfazione;
  • disinteresse nei confronti di tutto ciò che non è internet;
  • agitazione, nervosismo, pensieri ossessivi, sintomi depressivi e ansia quando la connessione viene interrotta, sia da altre persone che da forze di causa maggiore;
  • incapacità di interrompere o tenere sotto controllo l’utilizzo del ‘virtuale’;
  • continuare ad usare internet anche se si è consapevoli di aver una dipendenza che causa problematiche familiari, psicologiche e sociali.

Quanti sviluppano una dipendenza da internet, inoltre, perdono interesse anche nei riguardi delle relazioni interpersonali. Hanno frequenti sbalzi di umore, faticano ad avere una percezione del tempo reale e a distinguere la vita dalla finzione. Infine, sviluppano disturbi fisici quali: insonnia, tunnel carpale, dolori al collo e alla schiena e problemi alla vista.

Dipendenza da computer: cosa fare?

L’Internet Addiction Disorder abbraccia diversi campi: dal gioco allo shopping compulsivo, passando per la dipendenza dalle relazioni virtuali, la pornografia e l’ossessione per la ricerca delle informazioni in rete. Difficilmente, coloro che hanno problematiche di questo tipo ammettono di aver bisogno d’aiuto, quindi non è semplice indicare loro la via d’uscita, ovvero un percorso di psicoterapia cognitivo comportamentale.

Riproduzione riservata © 2022 - NB

ultimo aggiornamento: 19-08-2022


Pomata per ematomi: qual è il prodotto più efficace?

Steroidi, cosa sono: ma abusarne, ne va della salute fisica e mentale