Perdere 9 kg in due settimane? Si può con la dieta Plank!

Vuoi perdere 9 kg in due settimane? La dieta Plank potrebbe essere quello che fa per te! Vediamo il menù settimanale e come funziona la fase di mantenimento.

La dieta Plank è un regime alimentare iperproteico, molto simile alla dieta Dukan, che promette di perdere 9 kg in sole due settimane, grazie ad un rigido menù settimanale. Come tutte le diete a base di proteine, la Plank permette una rapida perdita di peso, ma può avere delle controindicazioni, nonché degli effetti indesiderati… Scopriamo di più su questa celebre dieta settimanale, dagli alimenti a tutte le considerazioni sul suo funzionamento e su quali sono gli aspetti negativi.

Che cos’è la Dieta Plank originale: il menù settimanale

La dieta Plank dura solo due settimane, durante le quali bisogna seguire un rigido schema alimentare. Di seguito trovate il menù da seguire per una settimana e da ripetere allo stesso modo anche durante la seconda settimana.

Dieta Plank
FONTE FOTO: https://pixabay.com/it/carne-di-maiale-a-base-di-carne-523102/

Lunedì

– Colazione: caffè senza zucchero (sono ammessi i dolcificanti)

– Pranzo: due uova sode con spinaci

– Cena: una bistecca alla griglia con insalata

Martedì

– Colazione: caffè senza zucchero e una fetta di pane integrale

– Pranzo: una bistecca con insalata e frutta

– Cena: prosciutto cotto

Mercoledì

– Prima colazione: caffè senza zucchero e una fetta di pane integrale

– Pranzo: due uova sode con insalata e pomodori

– Cena: prosciutto cotto e insalata

Giovedì

– Colazione: caffè senza zucchero e una fetta di pane integrale

– Pranzo: un uovo sodo, carote cotte al vapore o crude e 50 gr di formaggio svizzero

– Cena: frutta e uno yogurt scremato

Venerdì

– Colazione: carote condite con succo limone e caffè senza zucchero

– Pranzo: pesce cotto al vapore e pomodori

– Cena: una bistecca con insalata

Sabato

– Colazione: caffè e una fetta di pane integrale

– Pranzo: pollo cotto alla griglia

– Cena: 2 uova sode con carote

Domenica

– Colazione: tè al limone

– Pranzo: una bistecca alla griglia e frutta

– Cena: a piacere

Dieta Plank: il mantenimento

Dopo le due settimane di dieta Plank, non è previsto nessun mantenimento, per questo motivo c’è il rischio di riprendere in breve tempo i chili persi. Per evitare che ciò accada, è utile avere un’alimentazione sana e fare attività fisica regolarmente. Come tutte le diete lampo, infatti, è molto importante non viverle come una costrizione e pensare che al termine si possa mangiare quello che si vuole.

Insomma, se volete cimentarvi in questa dieta ricordate che la cosa migliore è quella di approfittarne per apportare un cambio di mentalità: sport, equilibrio e cibi sani devono essere una regola!

alimenti proteici
FONTE FOTO: https://pixabay.com/it/prima-colazione-uova-bacon-piastra-2816349/

La dieta Plank funziona?

Quali sono i risultati della dieta Plank? Beh, partiamo dal presupposto che dire che non funzioni sarebbe inesatto. Questo regime alimentare, infatti, se applicato pedissequamente e senza eccezioni di alcun tipo può portare al risultato sperato, ovvero la perdita di nove Kg in sole due settimane. Al tempo stesso, però, diete lampo come queste portano sempre con loro il rischio che il corpo riprenda subito tutti i chili persi.

Insomma, il suo funzionamento non si può negare, ma al tempo stesso vi consigliamo di diffidare delle diete che promettono tutto e subito: funzionano solo perché portano il corpo a un brusco cambio di metabolismo, che lo costringe a bruciare grassi per sopperire alla scarsità di calorie. Ma tutto ciò è anche dannoso? Scopriamolo subito.

Dieta Plank: le controindicazioni

Essendo quasi completamente priva di fibre e carboidrati, la Dieta Plank è molto sbilanciata e può provocare stitichezza e carenze. Inoltre, dato l’elevato consumo di uova, può causare un aumento del colesterolo (non per niente la chiamano la dieta delle uova).

Certo dalla sua c’è la grande povertà di zuccheri, che soprattutto per chi ne abusa, non può che essere un bene. Ma al tempo stesso la sovrabbondanza di proteine può comportare effetti collaterali, sovraccaricare i reni e aumentare il rischio di infarti e ictus.

Insomma, come sempre vi consigliamo di rivolgervi a un medico nutrizionista per studiare un regime alimentare adatto alle vostre personali abitudini.

FONTE FOTO: https://pixabay.com/it/prima-colazione-uova-bacon-piastra-2816349/, https://pixabay.com/it/carne-di-maiale-a-base-di-carne-523102/

ultimo aggiornamento: 04-12-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures