Cosa è necessario mangiare prima di fare trekking: ecco quali alimenti sono più indicati per avere riserve energetiche utili allo sforzo.

Quando scegli di fare attività all’aperto, lo sforzo fisico è inevitabile. Per affrontarlo senza troppi problemi, quando ad esempio scegli di fare trekking o altre attività sportive simili, come l’escursionismo o l’arrampicata, è necessario ricorrere a una corretta alimentazione prima e dopo lo sforzo. Se vuoi sapere cosa è necessario mangiare prima di cominciare la propria passeggiata, in questo articolo proveremo a fornirti tutte le indicazioni degli esperti.

Come alimentarsi prima di fare trekking

Per poter affrontare una giornata di trekking, avrai bisogno di energia alimentare per il tuo corpo. Molte persone preferiscono portare con sé durante l’attività barrette energetiche e snack salutari, ma esistono altri metodi, per molti versi più salutari, per fornire la giusta quantità di energia al proprio organismo.

trekking donna gravidanza
trekking donna gravidanza

Per prima cosa, comincia la giornata con una colazione abbondante. Un pasto equilibrato è essenziale per fornire al tuo corpo l’energia necessaria per una giornata di trekking. Cerca di inserire in questo primo pasto proteine e carboidrati, perché ti daranno l’energia per riuscire a resistere agli sforzi. Puoi ad esempio integrare il pasto con uova, pane tostato, avena, yogurt o frutta.

Una volta uscito, non potrai certo stare a digiuno. Non pensare però di portarti dietro un panino. Punta invece su degli spuntini salutari da mangiare nel corso della giornata. Questo ti aiuterà a mantenere alti i livelli di energia e a prevenire che arrivano i morsi della fame. In cosa possono consistere questi spuntini? Molto indicata la frutta, ma anche verdure, frutta secca, barrette di cereali e così via.

Fondamentale, poi, bere molta acqua sia prima di incamminarsi sia durante la giornata. Una delle principali cause di affaticamento e dolori è infatti la disidratazione, che impedisce al tuo corpo di funzionare correttamente.

Infine, cerca di evitare di mangiare cibi pesanti già dal giorno prima. Alimentarsi con pasti difficili da digerire può portare a problemi di stomaco durante la passeggiata. Evita quindi di inserire una portata carica di grassi prima di uno sforzo di questo tipo.

Cosa mangiare dopo aver fatto trekking

Una volta tornato a casa, soddisfatto per la tua splendida giornata all’aperto, sarai sicuramente stanco e avrai bisogno di qualcosa che ti riempia e rifornisca il tuo corpo. Ma qual è il cibo più indicato da mangiare dopo il trekking? Ci sono diverse cose da tenere a mente in tal senso.

Per prima cosa, dobbiamo assicurarci di mangiare qualcosa che ci dia energia. I carboidrati rappresentano anche in questo caso un’ottima soluzione. Dobbiamo poi tornare a bere molta acqua per recuperare dall’eventuale disidratazione. Infine, è ancora necessario evitare anche in questo caso pasti troppo pesanti. Cerchiamo di non mettere troppo sotto sforzo il nostro apparato digerente dopo una lunga camminata.

Detto questo, quali sarebbero le giuste pietanze da inserire in un pasto post-trekking? Nel tuo menù potresti inserire un piatto di pasta al pomodoro, riso con del pollo o del pesce, un toast con burro di arachidi o miele, un panino, della frutta secca ed eventualmente uno yogurt.

Riproduzione riservata © 2022 - NB

ultimo aggiornamento: 15-10-2022


Metodo Adamski, cos’è e come funziona: dalle regole ai cibi veloci/lenti

Un imballaggio per il futuro: TIPA e il packaging compostabile nell’industria alimentare