Cortisone e sole: tutto quel che c’è da sapere a riguardo per la bella stagione.

Le domande riguardanti il cortisone e il sole sono sempre tante, specie con l’arrivo della bella stagione. Il cortisone è infatti un farmaco fotosensibilizzante. Questo significa che l’esposizione al sole e il cortisone in genere non vanno d’accordo. Scopriamo perché e come è giusto comportarsi a riguardo.

Cortisone e sole: effetti collaterali

crema solare
crema solare

Con l’arrivo dell’estate e la conseguente voglia di abbronzarsi sono in tanti a porsi la fatidica domanda: si può prendere il sole mentre si è sotto terapia cortisonica? La risposta, purtroppo è negativa, in quanto sia cortisone che deltacortene e sole, insieme possono portare a effetti collaterali anche importanti.

Tra i più comuni ci sono arrossamenti, abbronzatura a chiazze, edemi, orticaria e formazione di vescicole. Andando più nello specifco, quando si parla di cortisone ed esposizione al sole, si va incontro a due tipi di reazioni:

  • Le reazioni fototossiche. Avvengono a causa della reazione del medicinale che, esposto alla luce solare, intacca i tessuti vicini provocando un aumento dei radicali liberi e un danneggiamento della pelle.
  • Le reazioni fotoallergiche. Si manifestano nelle persone più sensibili sotto forma di eritemi e possono presentarsi fino a 48 ore dopo l’assunzione di farmaci (la cosa vale anche per le creme) a base di cortisone.

Come proteggersi da eventuali esposizioni al sole

Detto ciò, non è sempre possibile restare costantemente lontani dal sole. Sebbene ciò sia da evitare, quando non se ne può proprio fare a meno, dovrete optare per creme solari ad altissima protezione. Ancor meglio se si decide di usare quelle studiate appositamente per la pelle dei neonati. In questo modo si potranno evitare gli effetti collaterali più gravi. Certo, forse non ci si abbronzerà come sperato, ma almeno si eviteranno danni a carico della pelle.

È bene tenere presente che per non avere effetti collaterali non basta evitare di prendere il sole. Nelle giornate più calde, anche semplicemente uscendo per andare a fare la spesa, c’è il rischio di esporsi al sole in maniera eccessiva. Per evitare problemi, oltre a non uscire nelle classiche ore più calde è consigliabile usare almeno una protezione solare per il viso. Naso e orecchie rientrano tra le zone più a rischio.

ultimo aggiornamento: 03-05-2021


Avitaminosi: cos’è , quali sono i sintomi e i rimedi da conoscere

Micosi unghie: cos’è, come riconoscerla e quali sono i rimedi