Guida ai correttori colorati: a cosa servono e come si usano

I correttori colorati sono ottimi per mimetizzare ogni imperfezione del viso, da brufoli alle occhiaie. Vediamo come utilizzarli.

chiudi

Caricamento Player...

Per nascondere alla perfezione brufoli, rossori, macchie e occhiaie non basta il fondotinta, né il classico correttore beige, c’è bisogno dei correttori colorati. Il loro funzionamento si basa sulla ruota dei colori, secondo cui ad ogni colore corrisponde un complementare. Se si sovrappongono due colori complementari, essi si annullano.

In commercio si trovano tantissime tipologie di correttori, da quelli in stick a quelli in palette. Tutti vanno utilizzati prima di stendere il fondotinta e solo sulle singole imperfezioni. Vediamo meglio come coprire le occhiaie, i brufoli, le macchie e la pelle spenta con i colori giusti.

Come si usano i correttori colorati

correttori colorati
FONTE FOTO: https://it.pinterest.com/pin/311452130465204627/

Correttore verde. Il correttore verde serve a coprire i rossori, come quello dovuto a brufoli, capillari rotti e couperose. Per i rossori intensi, bisogna utilizzare un correttore verde puro, mentre per piccole macchie non troppo pronunciate, è meglio scegliere un colore verde olivastro.

Correttore arancione. L’arancione è il correttore per occhiaie bluastre. Per coprirle alla perfezione, bisogna prima applicare l’arancione, poi il fondotinta e quindi un correttore beige dello stesso colore della propria pelle.

Correttore giallo. Anche il giallo serve per coprire le occhiaie, ma quelle violacee. Come l’arancione, va applicato prima del fondotinta e del correttore beige, mai da solo.

Correttore viola. Il colore lavanda serve a cancellare l’alone eccessivamente giallastro/verdastro delle pelli olivastre. Non va applicato su tutto il viso, ma solo su determinate zone, come la fronte, le guance e il mento. Anche in questo caso, bisogna poi coprire il colore viola con un fondotinta.

Correttore rosa. Il rosa serve per illuminare le pelli spente e grigiastre. Può essere utilizzato solo su zone specifiche, come il contorno occhi, oppure su tutto il viso. Nel primo caso è meglio utilizzare un prodotto in stick, nel secondo uno fluido, da mescolare alla crema viso.

FONTE FOTO: https://it.pinterest.com/pin/311452130465204627/