Quale sarà il cibo del futuro? Lo studio di Uber Eats

Il cibo del futuro? Ce lo svela Uber Eats

Vi siete mai chiesti quale sarà il cibo del futuro? Grazie a Uber Eats abbiamo la risposta: ecco cosa si mangerà nel 2020.

Quali sarà il cibo del futuro? Ce lo rivela uno studio condotto dall’azienda californiana Uber Eats. Lo scopo della ricerca era determinare gli alimenti in crescente popolarità, quelli che saranno più mangiati nel 2020. Allo stesso tempo, è diventato evidente come alcuni piatti, che hanno raggiunto il culmine della popolarità nel 2019, sono destinati ad un calo nelle classifiche. Quali sono questi alimenti? Scopriamolo insieme.

Il cibo del futuro: chi comanderà nel 2020?

Semi di quinoa
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/cibo-cibo-vegano-cibo-vegetariano-3325068/

Nel primo anno del nuovo decennio, a farla da padrone saranno i super-nutrienti. Il cibo del futuro sarà costituito da tutti quegli alimenti che contengono un elevato numero di nutrienti. Vediamo quali sono.  

Lino

Il primo alimento nella classifica è il lino. Grazie al suo alto contenuto di minerali, tra cui ricordiamo fosforo, rame e magnesio, e alla loro costituzione principalmente proteica e lipidica, garantiscono il corretto funzionamento del sistema immunitario. I semi di lino possono essere usati in diverse occasioni e sono perfetti per dare un tocco in più a insalate e minestre.

Kombucha

Conosciuto soprattutto nei paesi orientali, dove si è guadagnato il nome di elisir di lunga vità, il kombucha è una varietà di te che, a causa della fermentazione a cui è sottoposto, è ricco dei cosiddetti batteri buoni. Quest’ultimi, favoriscono la digestione e aiutano a depurare l’organismo.

Olio di canapa

Con un sapore che ricorda le nocciole, l’olio di canapa possiede molte proprietà terapeutiche. Come il pesce, contiene acido linoleico, quest’ultimo, fungendo da vaso protettivo, aiuta a prevenire il rischio di infarto.

Oltre che come alimento, l’olio di canapa può essere utilizzato in numerosi cosmetici e creme che aiutano a combattere la secchezza della pelle.  

Il cibo del futuro è vegano

Sono sempre di più i personaggi di spicco che sostengono che il cibo del futuro sia vegano. La società di streaming Netflix ha recentemente rilasciato un documentario, dal titolo The Game Changers. Nel documentario, che ha come produttore esecutivo il sei volte campione del mondo di Formula 1 Lewis Hamilton, sono numerosi gli atleti che affermano di aver raggiunto performance migliori dopo essere passati ad una dieta vegana.

Lo spopolare della dieta vegana ha portato alla nascita della carne finta. Creata in laboratorio per avere le sembianze di quella reale nonostante, ovviamente, sia interamente derivata da prodotti vegetali.

La salute è importante

Con numerosi cibi fino ad ora molto popolari, come il tofu, il matcha e il taro, destinati ad un calo nel numero delle richieste, altri cibi, più salutari, come il pokè e la chia stanno scalando le classifiche.

Cos’è il pokè? Si tratta di un piatto originario delle Hawaii che ricorda molto il sushi giapponese. Il pesce crudo, tagliato a pezzi e condito con salsa di soia, sesamo, olio e spezie, viene accompagnato da riso frutta e verdure per ottenere un piatto leggero e salutare.

La chia, che arriva dal centro america, viene solitamente mangiata in semi e fornisce un ottimo apporto di calcio, rendendola un ottimo sostituto ai latticini e si può abbinare a moltissimi alimenti.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/cibo-cibo-vegano-cibo-vegetariano-3325068/

ultimo aggiornamento: 16-01-2020