Verruca seborroica (o cheratosi seborroica): scopriamo di cosa si tratta, quando si presenta e come curarla.

La verruca seborroica, detta anche cheratosi seborroica, è una sorta di escrescenza della pelle che può avere una colorazione chiara o più scura. Si tratta di una formazione innocua e che può presentarsi piuttosto facilmente, soprattutto con l’avanzare degli anni. Scopriamone di più e come curarla in modo naturale.

Verruche seborroiche: cosa c’è da sapere per riconoscerle e curarle

A oggi, l’origine delle verruche seborroiche è ancora sconosciuta.

verruche seborroiche
verruche seborroiche

Si pensa che per alcuni soggetti si tratti di un problema ereditario e che l’aumento di possibilità della loro formazione cresca con l’avanzare degli anni. In ogni caso si tratta di formazioni benigne.

Solitamente la loro forma è ovale o rotondeggiante mente le dimensioni sono variabili e vanno dai 0,5 cm in su. Quanto alla loro comparsa, spesso avviene sul tronco o sulle tempie ma possono apparire anche in altre zone del corpo.

Per la cheratosi seborroica, la cura non è quindi prevista a meno che le formazioni non si infiammino o non siano decisamente antiestetiche. In tal caso si può agire con la rimozione tramite ago elettrico o idrogeno liquido.

Cheratosi seborroica: la cura naturale per alleviarle

Sebbene ad oggi non sia prevista una cura per le verruche seborroiche, così come avviene per le altre verruche ci sono dei rimedi naturali che possono renderle meno evidenti. Tra questi spicca l’olio di germe di grano che grazie al quantitativo di vitamina E aiuta a diminuire gli eccessi di cheratinizzazione, alleviando anche eventuali pruriti o fastidi. In genere lo si può applicare sulla zona o assumere tramite integratori.

Anche l‘olio di pesce preso regolarmente può aiutare a prevenire la formazione di nuove verruche portando a rimpicciolirsi quelle già presenti. In ogni caso, prima di intervenire è bene avere sempre una diagnosi precisa dal proprio medico curante, soprattutto quando le verruche sono scure.

Solo dopo aver avuto la certezza che si tratti proprio di verruche si potrà decidere se lasciarle come sono o intervenire in modo naturale o attraverso la chirurgia. Situazione che, ancora una volta, è sempre meglio affrontare con un esperto in modo da comprendere pro e contro prima di muoversi.

TAG:
salute

ultimo aggiornamento: 29-08-2021


Malattie delle unghie: da cosa dipendono e come curarle

Dolori alle mani: da cosa dipendono e come curarli