Cani e gatti: come proteggerli dai botti di Capodanno

Cani e gatti, allarme botti a Capodanno: come proteggerli

Il Capodanno 2020 si sta avvicinando e, come ogni anno, i botti rappresentano una seria minaccia per cani e gatti: ecco tutto quello che c’è da sapere per assisterli al meglio.

Il Capodanno è ormai alle porte, e con esso i fuochi d’artificio: i botti rappresentano una seria minaccia per cani e gatti. Per tale motivo, la responsabile della sezione Animali Familiari della LAV, Ilaria Innocenti, ha invitato, come già fatto in passato, i sindaci dei comuni italiani a vietare l’utilizzo di botti e fuochi d’artificio.

Molte città, con lo scopo di tutelare cani e gatti, hanno aderito a quest’iniziativa. Sono però altrettanti i paesi che continueranno ad organizzare spettacoli pirotecnici per festeggiare l’arrivo del nuovo anno. Purtroppo, sebbene molti comuni si diano da fare per salvaguardare i nostri amici a quattro zampe, sono frequenti i casi in cui i cittadini decidono di non rispettare le ordinanze.   

Per Ilaria Innocenti, abolire i botti sarebbe un grande gesto di civiltà e responsabilità. Per salvaguardare cani e gatti, la LAV ha inoltrato al Parlamento italiano una richiesta affinché venga promulgata una legge nazionale che vieti i botti di Capodanno.

Botti di Capodanno, che effetti hanno su cani e gatti?

Capodanno Botti Cani Gatti - Cane triste
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/cane-triste-in-attesa-piano-2785074/

Non è un segreto che cani e gatti abbiano un udito più sensibile del nostro: i botti rappresentano per loro una seria minaccia. Oltre a provocare paura, l’esplosione dei fuochi d’artificio può far perdere l’orientamento ai nostri amici animali. La paura è a volte così forte da provocare reazioni irrazionali. Sentiamo spesso parlare di cani rimasti feriti, o vittime di un incidente stradale, nel tentativo di fuggire da questi rumori insopportabili.

Cani e gatti non sono però gli unici animali tormentati dai botti: la stessa sorte capita anche agli animali selvatici. In particolare, gli uccelli: spesso, a causa della paura, terminano in loro volo contro un traliccio o un muro.

Paura da botti, i sintomi

Per poter aiutare un animale spaventato, è necessario saper riconoscere i sintomi principali della paura. Cani e gatti, spaventati a causa dei botti, potrebbero mostrare alcuni dei seguenti segnali: tremori, comportamento ansioso, pianti, respiro affannoso, ipersalivazione, sbadigli frequenti, comportamento nervoso (potrebbero diventare inspiegabilmente aggressivi), vomito e diarrea. È inoltre possibile che cerchino di nascondersi.

Cani e gatti, come sopravvivere ai botti

La Lega Antivivisezione (LAV) ha rilasciato una serie di consigli per far si che tu possa aiutare i tuoi cani e gatti ad affrontare i botti di Capodanno al meglio. Anzitutto, consigliano di agire d’anticipo: contattate il vostro veterinario per ottenere dei suggerimenti personalizzati e dotate il vostro amico a quattro zampe di un microchip: se scapperà, le autorità avranno modo di risalire a voi. Anche attaccare al collare di Fido una medaglietta con il numero di telefono inciso sopra potrebbe salvargli la vita.

Altro consiglio fondamentale, evitare di portare il cane a passeggio in determinati orari. L’ideale sarebbe uscire di casa durante il giorno per poi rintanarsi in casa la sera, quando i botti iniziano a fare la loro comparsa. Ancora più importante, non lasciate i vostri cani o gatti all’aperto, in giardino, sul balcone o in qualsiasi tipo di recinto: se la paura sarà troppo forte tenteranno di scappare rischiando di ferirsi. Fondamentale non legarli: c’è pericolo che soffochino.

Per garantire ai vostri amici a quattro zampe tutti i confort mentre combattono la paura, cercate una stanza nella quale si sentono al sicuro, isolatela il più possibile e fategli compagnia. Non chiudeteli in una stanza da soli: potrebbero farsi del male, oltre a costringervi a ricomprare tutto l’arredamento. Nel fargli compagnia, non trasmettetegli la vostra ansia, offritegli un modo per distrarsi e, importantissimo, non sgridateli se vengono da voi in cerca di rassicurazioni: peggiorereste la situazione.  

Anche cani e gatti possono sconfiggere le proprie paure, compresa quella dei botti. Per renderlo possibile, offritegli un premio, uno snack ogni volta che sentite un fuoco d’artificio esplodere: assoceranno il forte rumore a qualcosa di positivo. Nel fare ciò, evitate di nutrirlo con cioccolato, uvetta e noci: questi popolari cibi natalizi potrebbero rivelarsi tossici per i nostri amici a quattro zampe.

Fido è scappato, come faccio?

Avete fatto il possibile per aiutare i vostri cani e gatti a non avere paura dei botti ma non è bastato: i vostri migliori amici sono scappati. Che fare adesso? Contattate immediatamente la Polizia Municipale, o qualsiasi altra autorità (Polizia, Carabinieri), e il servizio veterinario più vicino. Se possibile, chiamate anche le associazioni presenti in zona, come canili e gattili.

Una volta fatto ciò, recatevi a cercare i vostri animali di persona: se vi riconoscono è probabile che verranno da voi. E, se qualcosa è andato storto non preoccupatevi: esistono delle onlus che mettono a disposizione delle ambulanze per i nostri amici animali.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/cane-triste-in-attesa-piano-2785074/

ultimo aggiornamento: 27-12-2019