Tutte le proprietà della bardana: depura la pelle e controlla la glicemia

La bardana si è rivelata un ottimo rimedio naturale in tutti i disturbi della pelle e del cuoio capelluto, ma non solo: ecco tutti i suoi benefici.

Molto diffusa in Italia, la bardana maggiore è una pianta erbacea cespugliosa che viene comunemente utilizzata in fitoterapia per la sua azione depurativa e per le sue proprietà dermopatiche. Ricca di sostanze che nutrono la pelle e la purificano, questo rimedio naturale trova largo impiego per tanti disturbi di tipo dermatologico. Ma non solo: ne è consigliato l’uso anche in soggetti diabetici. Scopriamo insieme tutte le sue proprietà.

Le proprietà della bardana

Come abbiamo detto, la maggior parte dei benefici di questa pianta riguarda la pelle. La bardana viene usata nel trattamento dell’acne e della seborrea, disturbi provocati da un’iperattività delle ghiandole sebacee. Inoltre trova impiego nel curare l’eczema, la dermatite e la psoriasi. Contiene infatti acidi fenolici che svolgono un’azione antibatterica e antifungina.

Bardana
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/bardana-agrimony-bloom-831989/

La radice di bardana, utilizzata per preparare un decotto portentoso, vanta inoltre proprietà epatoprotettive e lassative. Aiuta infatti a regolarizzare il transito intestinale e potenzia l’attività del fegato e la diuresi. Infine, possiede virtù benefiche per chi soffre di diabete, dal momento che riduce il livello di glucosio nel sangue.

Anche le patologie che riguardano il cuoio capelluto traggono beneficio dall’utilizzo di questa pianta: forfora e alopecia possono essere trattate con delle frizioni effettuate con dell’olio di bardana. In fitoterapia, questo rimedio naturale è impiegato anche per la sua attività depurativa del fegato e dei reni. È infatti ricco di inulina, che drena e purifica il sangue e favorisce l’eliminazione delle tossine.

Bardana: effetti collaterali e controindicazioni

Non sono stati evidenziati effetti collaterali nell’assunzione regolare di bardana, ad eccezione dei soggetti allergici. In questi casi è possibile la comparsa di problemi cutanei quali rash ed eritema. La pianta è controindicata in gravidanza e allattamento, dal momento che non esistono dati sufficienti a stabilirne l’innocuità.

Inoltre non dovrebbe essere assunta da chi ha disturbi nella coagulazione del sangue, in via preventiva. Infine, bisogna prestare attenzione all’interazione tra la bardana e i farmaci comunemente utilizzati nella terapia antidiabetica: poiché questo rimedio naturale riduce la glicemia nel sangue, può interferire con i medicinali. Se hai dei dubbi, chiedi preventivamente consiglio al tuo medico.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/bardana-agrimony-bloom-831989/

ultimo aggiornamento: 06-06-2019