Vi è mai capitato di sudare freddo? Scopriamo da cosa dipende, quali sono i sintomi, le cause e a quali rischi si può andare incontro.

Quello del sudare freddo è un fenomeno che si può presentare in qualsiasi momento della vita. In alcuni casi può essere segno di problemi di digestione o di problemi legati all’intestino e al suo benessere. In alcune circostanze, però, può rappresentare un campanello d’allarme importante per alcune patologie o per problematiche anche gravi e che è quindi importante indagare.

Scopriamo le cause principali della sudorazione fredda, quali sono i sintomi ad essa associati e come rimediare al problema nel modo più semplice possibile.

Sudare freddo: le cause che è importante imparare a riconoscere

Sudare freddo prima o poi capita a tutti. Quando diventa un problema che si verifica spesso o con altri sintomi correlati è però importante prestare attenzione alla cosa e cercare di andare più a fondo rivolgendosi al medico.

Sudori freddi
Sudori freddi

I sudori freddi, infatti, possono essere la spia di patologie o di problemi anche gravi. Ma procediamo per gradi e andiamo alle cause più comuni del sudore freddo che sono:

– Attacchi di panico
– Indigestione
Pressione bassa
– Menopausa
– Mononucleosi
– Intossicazione
– Ustioni
– Tubercolosi
– Blocco intestinale
– Infarto
– Anemia falciforme
– Aids

Cause che, come è facile intuire, vanno interpretate dal medico curante al fine di comprendere come agire al meglio per evitare complicazioni e per risolvere il problema.

In particolare, è bene non perdere tempo quando al sudore freddo di notte o di giorno si associano pallore, svenimenti, febbre, edemi, difficoltà a deglutire, dolore al petto e confusione mentale.

Come rimediare quando la sudorazione fredda non è legata a particolari problemi

Se dopo aver indagato con il medico ci si rende conto che il sudore freddo continua a presentarsi di tanto in tanto, si può cercare di idratarsi nella maniera corretta, prendendosi del tempo per rilassarsi.
Questa situazione, in mancanza di problemi in atto, tende a manifestarsi infatti in caso di ansia o stress. Per questo motivo, cercare di ritrovare la serenità respirando a fondo e bevendo dell’acqua può aiutare a trovare un immediato sollievo.

Come già detto, però, se così facendo si continua a star male è importante sentire il medico e in caso di senso di mancamento, pallore o altri sintomi potrebbe rivelarsi importante chiamare persino i soccorsi.

TAG:
salute

ultimo aggiornamento: 07-09-2021


Formicolio alle mani: da cosa può dipendere e quali sono le possibili cure

Test fai da te per il Covid: come funzionano e quanto sono affidabili