Salto con la corda: il programma di allenamento per dimagrire

Come realizzare la doppia coda

Il salto con la corda è ottimo per dimagrire e tonificare i muscoli. Vediamo quali sono tutti i vantaggi di questo sport e quale programma di allenamento seguire.

Il salto con la corda non è semplicemente un gioco che tutte noi abbiamo praticato da bambine, ma anche un efficace allenamento per perdere peso e tonificare i muscoli di tutto il corpo.

Saltare con la corda, infatti, è un esercizio cardio, che aiuta a bruciare calorie e rafforzare il cuore, e di tonificazione muscolare, perché allena la resistenza e la forza dei muscoli di gambe e braccia. Vediamo nei dettagli quali sono tutti i benefici e come allenarsi in modo efficace.

Salto con la corda: i benefici

salto con la corda
FONTE FOTO: https://pixabay.com/it/formazione-corde-allenamento-828764/

Innanzitutto, saltare la corda fa dimagrire. Secondo alcuni studi, riportati su Cosmopolitan, 15 minuti di salto con la corda equivalgono a 30 minuti di corsa e un’ora di allenamento permette di bruciare fino a 725 calorie (ovviamente, tutto dipende dall’intensità dell’allenamento).

Inoltre, l’allenamento con la corda permette di migliorare la resistenza muscolare e cardiaca, fa bene alla circolazione e al cuore. È un ottimo esercizio per tonificare i glutei, i polpacci, le cosce, ma anche gli addominali, i pettorali, le spalle e le braccia, che vengono coinvolti nel movimento che spinge la corda.

Con il tempo, i muscoli diventano definiti, senza aumentare eccessivamente di volume. Il salto con la corda, quindi, è perfetto per le donne che vogliono un fisico tonico e asciutto, ma non troppo muscoloso.

Ultimo, ma non meno importante vantaggio del salto con la corda: è un allenamento molto economico, che può essere fatto anche in casa o al parco, basta avere una corda e delle buone scarpe da fitness con suola antiurto.

Programma di allenamento con la corda

Come con ogni sport, anche con il salto con la corda bisogna iniziare in modo graduale. Durante la prima settimana di allenamento, saltate per 10 secondi con tempi di recupero da 20 secondi, dalla seconda settimana aumentate la durata del salto e accorciate i tempi di recupero. Fate attenzione alla postura: gli addominali devono essere contratti, la schiena dritta e il bacino ben fermo.

FONTE FOTO: https://pixabay.com/it/formazione-corde-allenamento-828764/

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 02-03-2018

Federica Maria Ferrara

X