Rimozione tatuaggi: consigli, tecniche, rischi e costi

Pentiti del tatuaggio? Ecco cosa sapere prima di toglierlo.

chiudi

Caricamento Player...

La rimozione dei tatuaggi è un fenomeno in constante crescita, sempre più tatuati pentiti si stanno rivolgendo ad esperti dermatologi per rimediare ad un errore grafico artistico, per ragioni lavorative e sociali, o perché il tatuaggio è passato di moda, o ancora, perché si ha il desiderio di effettuarne un altro nella stessa zona del corpo.

La percentuale dei pentiti dei propri tatuaggi è strabiliante, il 57% dei tatuati infatti si pente della scelta fatta. Secondo un sondaggio condotto da “Quanta System Observatory” più della metà delle persone tatuate non si riconosce più nel tatuaggio fatto anni prima, desiderano quindi modificare il tatoo o addirittura cancellarlo definitivamente.


 

Quindi dove andare e a chi ci si deve rivolgere per rimuovere un tatuaggio?

Visto il crescente business dei tatoo ed il conseguente business nato per cancellarli, stanno aumentando esponenzialmente i centri che offrono tra i loro servizi anche quello della rimozione dei tatuaggi. Come in ogni ambito sociale e professionale non mancano i furbi, gli improvvisati e gli incompetenti.

 

Quindi ATTENZIONE!

 

CURIOSITA’

Percentuali di tatuati che  vogliono rimuovere il tatuaggio

 

54%  sono donne

48% sono uomini

68% dei tatuati ha tra i 30 ed i 40 anni

45% dei tatuati ha tra i 18 ed i 29 anni

41% dei tatuati ha più di 40 anni

 

Se state riflettendo su come rimuovere un tatuaggio, assicuratevi sempre di affidarvi a mani esperte di medici e professionisti che operano presso STUDI MEDICI DI CHIRURGIA ESTETICA, o CLINICHE SPECIALIZZATE NELL’UTILIZZO DI LASER MEDICI o CENTRI SPECIALIZZATI ESCLUSIVAMENTE ALLA RIMOZIONE DEI TATUAGGI.

Ponete inoltre l’attenzione alle certificazioni ed autorizzazioni necessarie di cui gli strumenti dei suddetti professionisti devono essere dotati. Diversi laser a base di luce ed apparecchi per schiarire e rimuovere i tatoo devono per esempio essere autorizzati dalla FDA (Food and drug administration).


 

Come cancellare un tatuaggio?

Metodi:

  • laser;
  • peeling chimici;
  • dermoabrasione;
  • asportazione della pelle (escissione).

 

Nota:

la maggiorparte degli specialisti afferma che l’eliminazione completa del tatuaggio ad oggi non è ancora possibile. La percentuale di successo di rimozione dipende da fattori quali:

 

  • dimensione
  • posizione
  • età del tatuaggio
  • colore
  • inchiostro utilizzato

 

Laser

L’utilizzo del laser per la rimozione del tatuaggio è la tecnica più diffusa e praticata presso i centri specializzati, probabilmente anche quella più efficace tenendo sempre presente i punti elencati nella nota.

L’ultima  tecnica più innovativa è chiamata Picolaser, strumento che lavora in picosecondi, tempistica ristrettissima e molto costosa che permette di togliere il tatuaggio in sole tre sedute.

Altra tecnica molto diffusa, più classica e più comune è l’utilizzo del Qswitch, laser efficace sia per la rimozione dei tatuaggi sia per le macchie sulla pelle.

Entrambi i laser citati non possono essere utilizzati da personale paramedico ma solo ed esclusivamente da medici abilitati.


 

Peeling chimici

L’utilizzo della tecnica del peeling chimico per eliminare un tatuaggio consiste nell’applicare sulla zona interessata una soluzione, la quale, una volta assorbita, produce una vescica che in breve tempo si stacca. Il trattamento prevede l’utilizzo di acido tricloroacetico, comunemente chiamato TCA, e si esegue in sede ambulatoriale. Durante la procedura è piuttosto comune avvertire del bruciore seguito poi dal gonfiore della parte.


 

Dermoabrasione

Il metodo dell’abrasione per l’eliminazione del tatuaggio comporta la rimozione di tutta la superficie tatuata (pelle + inchiostro). La cancellazione avviene quindi tramite azione di levigatura con uno strumento abrasivo rotante. L’intervento avviene in anestesia locale.


 

L’escissione

La procedura di cancellazione dei tatuaggi tramite asportazione della pelle (escissione) avviene, come dice la definizione stessa, tramite completa rimozione chirurgica dello strato di pelle tatuato. Questa metodologia è indicata per lo più per tatuaggi di piccole dimensioni o per piccole parti di tatuaggio. In caso di eliminazione di un tatuaggio di grandi dimensioni sarà poi necessario un trapianto di pelle.


 

CURIOSITA’

Percentuale di tipologie di tatuaggi più frequentemente modificati o cancellati

 

58% nomi degli ex fidanzati

45% citazioni celebri

41% disegni tribali


 

Quando NON sottoporsi alla rimozione di un tatuaggio

 

In caso di:

 

  • verruche
  • acne
  • rosacea
  • diabete
  • malattie autoimmuni
  • problemi di pigmentazione
  • gravidanza

 

Costi per togliere un tatuaggio

 

Tutti i prezzi di rimozione dipendono dalla dimensione e dalla posizione del tatuaggio.

 

  • Laser: dai 250 Euro ai 500 Euro a seduta (generalmente occorrono dalle 3  alle 8 sedute)
  • Peeling chimico: dai 250 Euro ai 2000 Euro
  • Dermoabrasione: dai 180 Euro a seduta
  • Escissione: da 150 Euro