Come rimuovere un tatuaggio: consigli, tecniche e costi dell’operazione

La rimozione dei tatuaggi è una pratica diffusa volta a eliminare i tattoo dalla nostra pelle: ecco tutte le tecniche, i consigli e i costi.

Eliminare i tatuaggi è possibile, grazie a numerose pratiche in costante sviluppo, e che oggi in moltissimi casi permettono di cancellare definitivamente scritte o disegni senza segni evidenti sulla pelle. Sono sempre di più coloro che si pentono di un tattoo: se siete fra questi, ecco tutto quello che c’è da sapere per cancellare i tatuaggi!

Come togliere un tatuaggio

Partiamo dalle tecniche: esistono molti metodi diffusi per rimuovere un tatuaggio, alcuni più efficaci di altri, come ad esempio il laser, che a oggi la via più diffusa. Ecco tutti i modi per dire addio ai vostri tatuaggi:

Il laser per la rimozione dei tatuaggi

È la tecnica più diffusa e consiste in un laser che colpisce la zona interessata, attraversando la pelle e andando a intaccare direttamente l’inchiostro. Solitamente per rimuovere un tattoo in questo modo, bisogna ricorrere in più sedute, e in ognuna di queste il tatuaggio viene letteralmente bombardato. Successivamente vedremo il disegno diventare più chiaro, e poi, dopo qualche settimana, sparirà.

Questa tecnica può essere utilizzata soltanto da medici abilitati. Dopo la rimozione dei tatuaggi, una crema antiffiamatoria viene applicata sulla zona interessata, così da evitare la iperpigmentazione.

I peeling chimici

Un’altra tecnica è quella del peeling chimico, che era diffusa specialmente prima dell’avvento del laser. Con questo metodo si applica una soluzione nella zona interessata che crea una vescica sulla superficie cutanea e, dopo un po’, si stacca.

Questo metodo ha alla base l’utilizzo dell’acido TCA, ma può causare danni alla cute, lasciando segni permanenti.

Dermoabrasione

La dermoabrasione è un metodo molto invasivo e che consiste nel rimuovere tutta la zona interessata, dunque sia superficie della pelle che l’inchiostro. Si tratta di una tecnica oramai molto poco diffusa, dal momento che è molto dolorosa. Per farlo si utilizza uno strumento specifico abrasivo rotante, e prima dell’intervento viene applicata una anestesia locale.

rimozione tatuaggi
Rimozione tatuaggi

Costo rimozione tatuaggi

Eliminare i tatuaggi è una pratica piuttosto costosa, e sia la sua riuscita che il costo dell’operazione dipende da alcuni fattori, fra cui la dimensione, la posizione, l’età del tatuaggio, il tipo di inchiostro utilizzato e infine le quantità di colori utilizzati. A seconda poi del metodo scelto e dello studio cambierà il tariffario, ma ecco delle cifre indicative.

Il laser è la pratica più sicura e consigliata e va indicativamente dai 250 ai 600 euro a seduta. Il peeling chimico, invece, costa dai 250 fino ai 2000 euro, il che dipende soprattutto dalla dimensione del tatuaggio, mentre la dermoabrasione viene fatta in più sedute che costano attorno ai 200 euro a seduta.

Quando non togliere i tatuaggi

Ci sono alcuni casi in cui è meglio non rimuovere i tatuaggi. Ad esempio, se manifestate delle verruche, dell’acne, oppure delle irritazioni cutanee, è meglio prima occuparsi del problema e solo una volta risolto sottoporsi alla cancellazione. Questo perché la pratica potrebbe danneggiare ulteriormente la pelle, lasciandoci sul corpo degli spiacevoli segni permanenti.

Inoltre, se soffrite di malattie autoimmuni, di diabete o siete nel periodo di gravidanza, prima di decidere di cancellare un tatuaggio rivolgetevi al vostro medico di fiducia.

ultimo aggiornamento: 13-09-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures