I puntini bianchi sulla pelle sono un problema piuttosto comune. Scopriamo da cosa dipendono, e cosa bisogna fare per eliminarli.

I punti bianchi sul viso, detti anche comedoni chiusi, sono degli accumuli di sebo, batteri o cheratina che si concentrano nelle zone con ghiandole sebacee. Pur potendo apparire un po’ ovunque, tendono ad essere maggiormente presenti nella zona del viso, sul collo e sulla schiena.
Spesso considerati come un primo stadio dell’acne (caratterizzata da comedoni aperti), i brufoli bianchi, sono in realtà un rigonfiamento che può evolvere in acne ma che può anche restare tale o regredire.

Cosa sono i comedoni bianchi e perché si formano

ragazza controllo viso
ragazza controllo viso

I punti bianchi sulla pelle sono un fenomeno che si verifica quando il materiale in più che si trova nel follicolo emerge, restando però sottopelle. Da non confondere con i grani di miglio che hanno tutt’altra origine, i puntini bianchi sulla pelle sono causati solitamente da un eccesso di sebo. Per questo motivo possono presentarsi maggiormente in caso di sbalzi ormonali o durante alcune fasi del ciclo mestruale. In alcuni casi, possono avere origine anche da una scarsa pulizia del viso o dall’uso di creme o trucchi che non lasciano respirare la pelle.

Al fine di prevenirli, quindi, oltre a seguire un’alimentazione sana, è necessario curare il proprio stato di salute e mantenere la pelle il più possibile libera da grassi o creme che le impedirebbero di traspirare. Metodo da usare generalmente anche per evitare la formazione di punti neri.

Come eliminare i punti bianchi sul viso

Contrariamente a quanto si pensa, i puntini bianchi sul viso non vanno schiacciati. In questo modo, infatti, il rischio è quello di andare incontro ad infezioni e di peggiorare la situazione. Per far si che i puntini bianchi sottopelle diminuiscano fino a sparire è quindi consigliabile chiedere aiuto al proprio medico curante. Una volta riconosciuto che si tratta di comedoni si potrà infatti far uso di creme apposite per eliminarli pian piano.

Ciò che conta è non avere fretta ed evitare metodi invasivi che rischierebbero di infiammare la pelle dando vita a vere e proprie cicatrici. Cosa spesso evitabile con l’uso di esfolianti e creme apposite e con una buona skin care quotidiana.


Protezione solare: quale scegliere e come. Ecco i prodotti per proteggere la tua pelle

Scrub viso al bicarbonato: a cosa serve e come realizzarlo a casa