Conoscete le proprietà delle prugne secche? Contengono diversi nutrienti e sono perfette come spuntino spezza fame. Scopriamole meglio.

Qualcuno le ha inserite nella dieta da tempo, mentre altri ne ignorano l’esistenza: stiamo parlando delle prugne secche. Con proprietà e nutrienti importanti, questa tipologia di frutta secca è perfetta come spuntino spezza fame. Vediamo gli usi che vanno per la maggiore e scopriamo se presentano controindicazioni da tenere bene a mente.

Prugne secche: proprietà

Le prugne secche fanno bene e non è un modo di dire. In molti le consumano specialmente quando hanno problemi di stitichezza, mentre altri le hanno inserite nella dieta da tempo, come spuntino spezza fame. Senza ombra di dubbio, la sua proprietà più nota è quella lassativa. Ricca di fibra e di alcuni zuccheri come il sorbitolo, contenuto fino a 5-10 volte in più nelle prugne disidratate rispetto al frutto fresco, il suo consumo consente di ammorbidire le feci. Di conseguenza, l’evacuazione risulta più semplice.

Mentre da un punto di vista intestinale sono un toccasana, per quel che riguarda le calorie sono da mangiare con parsimonia. Un po’ come accade con le mandorle, se consumate secondo la dose consigliata non sono nemiche della bilancia, ma un valido aiuto. Questo significa che, nella quantità di max 2 prugne al giorno, sono caldamente consigliate da tutti i nutrizionisti. Il motivo è molto semplice: donano un senso di sazietà e fanno bene all’intero organismo.

Prugne secche: i benefici

Le prugne secche, stando ad una recente ricerca, sono un valido alleato della salute delle ossa. Le rafforzano, allontanando il più possibile il fantasma dell’osteoporosi. Oltre alla fibra e al sorbitolo, questo frutto disidratato contiene vitamine (E, acido folico, K, C) e minerali (calcio, ferro, magnesio, potassio, zinco, fosforo, boro). Pertanto, è consigliato consumarle al mattino, per trovare le giuste energie, oppure durante il giorno, come spuntino spezza fame. In alternativa: mangiatene un paio prima di andare in palestra, vi daranno la carica ed eviterete di arrivare a tavola affamati come lupi.

Per quel che riguarda le controindicazioni, sono sconsigliate solo in caso di allergia. In tutti gli altri casi, se assunte non abusandone non ci sono particolari effetti collaterali da tenere bene a mente.

Riproduzione riservata © 2022 - NB

ultimo aggiornamento: 17-05-2022


Il melone fa ingrassare? Ecco tutto quel che è importante sapere

Quante calorie hanno le prugne? Scopriamolo insieme!