I benefici del pilates: scopriamo cosa c’è da sapere su questa disciplina e quali sono i maggiori benefici che si possono trarre nell’eseguirla.

Quando si parla di pilates, i benefici che dona a chi lo esegue sono tra gli effetti più richiesti.
Si tratta infatti di una disciplina nota per apportare notevoli benefici sia da un punto di vista fisico che mentale. Scopriamo quindi quali sono i più importanti e come ottenerli.

Effetti del pilates: quali sono i benefici davvero importanti per chi lo pratica e come ottenerli

Il pilates è una disciplina nota e considerata valida sia per gli sportivi che per chi si approccia per la prima volta all’attività fisica.

pilates
pilates

Si tratta infatti di un modo di allenarsi che, un po’ come avviene nello yoga, rispetta le caratteristiche personali di chi lo esegue, assecondando le varie esigenze e rendendosi così valido sia per riprendersi da degli infortuni che quando si è in dolce attesa.

Una disciplina che vanta numerosi esercizi intercambiabili tra loro e che tra le altre cose aiuta anche la mente. Ma quali sono i benefici più noti? Il pilates tonifica il corpo e rilassa i muscoli e tutto ciò migliorando la concentrazione. Ma non finisce qui, perché tra i tanti effetti benefici ci sono:

– Una miglior respirazione
– Più elasticità
– Maggior controllo dei muscoli
– Migliore stabilità
– Minori dolori
– Miglior postura
– Tonificazione di tutto il corpo
– Rafforzamento dei muscoli addominali
– Eliminazione dello stress
– Migliora l’umore

Tutti effetti che lo rendono una disciplina davvero importante e che tutti dovrebbero provare almeno una volta al fine di comprendere se e quanto può essere utile da inserire all’interno dell’attività fisica eseguita.

Come si dovrebbe svolgere il pilates per ottenere dei benefici costanti e personalizzati

Come già accennato, il pilates tende ad adattarsi a chi lo esegue. Così, anche il modo di praticarlo può cambiare da caso a caso. In generale si tratta di sedute da 50 minuti che possono essere svolte sia con esercizi da svolgere sul tappetino che con l’aiuto di alcuni attrezzi.

Durante la sessione è molto importante coordinare la respirazione e ripetere ogni esercizio tra le cinque e le dieci volte, sempre in modo preciso.

Se ci si allena ogni giorno con altri sport come ad esempio la corsa, può essere utile praticarlo una volta a settimana. Se, invece, si mira a trovare un maggior equilibrio personale o un fisico da pilates (quindi più armonico e scolpito), si può praticare anche due o tre volte a settimana, magari alternandolo a qualche camminata veloce.


Mal di testa da cervicale: di cosa si tratta e come riconoscerlo

Stenosi intestinale: cos’è, perché si presenta e quali sono i sintomi