Orecchie che fischiano: cause e rimedi per l'acufene

Che fastidio le orecchie che fischiano! Ecco cause e rimedi

Le orecchie che fischiano sono molto fastidiose: vediamo quali sono le cause di questo disturbo, detto acufene, e come curarlo.

L’acufene, ovvero il tintinnio o fischio alle orecchie, è un disturbo molto frequente, che nella maggior parte dei casi è ben tollerato, ma a volte può diventare insopportabile. Il fischio può essere temporaneo oppure permanente e può avere diverse cause, non sempre preoccupanti. Vediamo quali sono e come intervenire in caso di orecchie che fischiano.

Orecchie che fischiano: le cause

Orecchie che fischiano
Orecchie che fischiano

I fischi all’orecchio possono avere varie cause, le più comuni sono:

  • esposizione ad un forte rumore,
  • sinusite,
  • accumulo di cerume,
  • disordini temporo-mandibolari,
  • traumi alla testa e al collo,
  • calo dell’udito dovuto all’età avanzata,
  • infezioni all’orecchio,
  • variazioni ormonali.

Raramente le orecchie che fischiano possono essere sintomo di malattie più gravi, come tumori al cervello, disturbi della tiroide, fibromialgia, malattia di Lyme e problemi cardiovascolari.

Un’altra possibile causa è la sindrome di Menière, provocata da un innalzamento della pressione dei fluidi presenti nel labirinto dell’orecchio, che causa frequenti attacchi di sordità, acufeni, vertigini, nausea e vomito.

Un tipo particolare e molto raro di acufene è quello pulsante, che ha una cadenza ritmica che va a tempo con il battito cardiaco. Le cause possono essere l’ipertensione, un soffio al cuore, delle anomalie delle arterie o delle trombe di Eustachio, oppure un tumore glomico.

Acufene: i rimedi

Bisogna scoprire la causa del fischio all’orecchio per individuare la giusta cura. Ad esempio, se è dovuto a tappi di cerume, basta farli rimuovere dall’otorino, così come se la causa è un’infezione basta curarla con antibiotici prescritti dal medico.

In alcuni casi è possibile ricorrere a rimedi naturali, come facevano le nostre nonne, che versavano nelle orecchie una goccia di olio tiepido per sfiammarle ed eliminare il cerume.

Non sempre, però, l’acufene è curabile. Quando non c’è speranza di eliminarlo, l’unica soluzione possibile è imparare a conviverci, cercando di tenere sotto controllo lo stress, anche con l’aiuto della psicoterapia e con farmaci antidepressivi, se necessario.

ultimo aggiornamento: 02-01-2020