L’olio essenziale di salvia è un’essenza che gode di diverse proprietà benefiche: andiamo a scoprirle. Inoltre, vedremo come utilizzarlo e come evitare effetti collaterali.

L’olio essenziale di salvia si ricava dalla Salvia officinalis, una pianta aromatica presente in molte case italiane e utilizzata in diverse ricette della tradizione mediterranea. Questa pianta, originaria del bacino del mediterraneo, è ormai molto rara allo stato naturale ma si trova spesso allo stato spontaneizzato ovvero, cresce al di fuori del suo raggio naturale a causa dell’intervento umano.

Il suo nome, Salvia officinalis, deriverebbe dalle sue presunte qualità medicinali: Salvia, in latino,ha diversi significati tra cui salvare, sicuro e bene, mentre officinalis indica solitamente le piante dalle proprietà medicinali. Alcune di queste proprietà, sono reali: andiamo a scoprirle.

Le proprietà dell’olio essenziale di salvia

L’olio essenziale di salvia gode di diverse proprietà benefiche. Partendo dalle meno importanti, incontriamo quelle cicatrizzanti e contro i disturbi della cute e quelle utili per liberare il fegato dalle tossine. Inoltre, è un buon rimedio contro il catarro fermo e la tosse.

Salvia
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/salvia-impianto-dettaglio-foglie-4516894/

Per quanto utili, le proprietà sopra elencate sono le meno apprezzate in questa essenza, che è famosa principalmente per altre due caratteristiche.

Innanzitutto, l’olio essenziale di salvia è ottimo contro gli stati d’animo negativi. Aiuta a calmare ansie, stress e paranoie e favorisce il buonumore e la calma. Per questo motivo, viene spesso utilizzato in soggetti che soffrono di depressione per favorire il superamento di questo stadio.

Inoltre, nei soggetti di sesso femminile, questa essenza è ottima per riequilibrare la produzione ormonale, rendendola ottima contro disturbi relativi al ciclo mestruale e, indirettamente, contro la cellulite e altri problemi relativi al sistema linfatico.

Come utilizzare l’olio essenziale di salvia

Il modo migliore per utilizzare l’olio essenziale di salvia è indubbiamente quello di assumerlo per via aerea. Procuratevi uno dei tanti diffusori di aromi e oli essenziali che esistono sul mercato e il gioco è fatto. Vi basterà aggiungere qualche goccia nel diffusore e l’essenza riempirà l’aria, diffondendo gli effetti benefici.

Invece, per combattere squilibri ormonali e disturbi del ciclo, è possibile preparare un bagno caldo e aggiungerci una decina di gocce di essenza.

Se consumato in quantità moderate, l’olio essenziale di salvia non presenta effetti collaterali. Tuttavia, è bene non utilizzare questa essenza quando si assumono medicinali o alimenti ricchi di ferro, come fegato, legumi, uova e tanti altri. Inoltre, come accade per molti oli essenziali, non va utilizzato durante la gravidanza.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/salvia-le-erbe-erbe-culinarie-sano-1544883/

TAG:
star bene

ultimo aggiornamento: 04-04-2020


Scopriamo tutto sul calisthenics, la disciplina più completa per il corpo

Bicarbonato di sodio: tutti gli usi di bellezza e per la casa