L’olio di moringa è ricchissimo di acido oleico e altre sostanze benefiche che ne fanno un toccasana per i capelli, con proprietà antimicrobiche e antiossidanti.

L’olio di moringa è ricchissimo di acido oleico e altre sostanze benefiche che ne fanno un toccasana per i capelli, con proprietà antimicrobiche e antiossidanti. Scopriamole tutte.

La Moringa Oleifera è la più pregiata tra le specie appartenenti al genere della Moringa.

Originaria della regione himalayana, è contraddistinta da svariate proprietà benefiche per l’organismo.

Questa pianta, nota anche come “albero del rafano”, costituisce un’importante fonte di nutrienti, poiché tutte le sue parti sono commestibili.

Le foglie (dopo essere state essiccate) sono utilizzate negli integratori alimentari e negli infusi.

Dai semi si ricava un olio impiegato principalmente in ambito cosmetico.

come rinforzare i capelli

Caratteristiche dell’olio di Moringa Oleifera per i capelli

L’olio di Moringa Oleifera si estrae dai semi, utilizzando principalmente degli agenti solventi.

Secondo quanto evidenziato da uno studio (“Moringa oleifera Seeds and Oil: Characteristics and Uses for Human Health”) fatto nel 2016 dall’Università di Milano, 100 grammi di olio di semi di Moringa presentano un elevato contenuto di acidi grassi monoinsaturi, soprattutto acido oleico (in media 73.57 %) mentre il contenuto di acidi grassi saturi è piuttosto ridotto (1,18%).

Lo studio ha rilevato, inoltre, come l’olio di Moringa sia ricco di composti organici attivi, in particolare alcaloidi, flavonoidi (catechine, quercitrina e kaempferol) e acidi fenolici.

Olio di Moringa: le proprietà benefiche

Diversi studi hanno confermato come l’olio di Moringa possieda numerose proprietà benefiche.

In particolare, l’estratto dei semi esercita un’efficace attività antimicrobica contro diverse specie di funghi e batteri; questa prerogativa è riconducibile alla presenza di una proteina cationica che danneggia le cellule batteriche.

Una ricerca condotta in Pakistan nel 2016 (“Promising features of Moringa oleifera oil: recent updates and perspectives”) rileva come l’olio di Moringa abbia svariate prospettive terapeutiche rispetto a infezioni di origine micotica e piodermite, oltre ad avere un’azione antiossidante.

Inoltre, rappresenta un’importante fonte di Vitamina A e E; lo studio evidenzia anche le spiccate proprietà antibatteriche dell’olio di semi di Moringa Oleifera.

Come usarlo sui capelli

Il modo più efficace per beneficiare delle tante proprietà dell’olio di Moringa è usarlo, con cadenza settimanale, come detergente.

Il consiglio è di applicare il prodotto sui capelli umidi (dopo averli tamponati con un asciugamano), lasciando poi agire l’olio per non più di 20 minuti.

Trascorso questo lasso di tempo, è possibile risciacquare i capelli ed asciugarli. Date le sue notevoli proprietà idratanti, rivitalizzanti e antinfiammatorie, l’olio di Moringa è ottimo anche per massaggiare lo scalpo e trattare il cuoio capelluto secco o fragile, nonché per prevenire la formazione della forfora.

I benefici per i capelli

Tra i tanti benefici dell’olio di Moringa per i capelli c’è la sua particolare formulazione.

Infatti, il già citato studio “Promising features of Moringa oleifera oil” sottolinea come l’olio di Moringa venga adoperato in formulazioni anticaduta e “in cosmetica è preferito ad altri oli poiché non lascia residui unti” dopo l’applicazione.

Più in generale, l’estratto oleoso dei semi di Moringa è in grado, “a differenza di altri oli”, di sortire i seguenti benefici:

  • Migliorare l’idratazione dello scalpo;
  • Rendere i capelli più forti rafforzando la struttura del capello;
  • Attuare un’efficace azione antiforfora;
  • Prevenire le doppie punte.

Ragion per cui, i prodotti per capelli a base di olio di Moringa sono indicati soprattutto per i capelli secchi e fragili.

In più, i numerosi composti antiossidanti e l’Omega 9 conferiscono a questo prodotto la capacità di contrastare l’invecchiamento e l’iperpigmentazione del cuoio capelluto, oltre a migliorarne l’elasticità e limitare l’azione dei radicali liberi.

Per via dell’elevata concentrazione di acido oleico, è anche un ottimo agente pulente, molto efficace nel rimuovere lo sporco dalla pelle.

Riproduzione riservata © 2022 - NB

ultimo aggiornamento: 13-04-2022


Tipi di trecce tra cui scegliere: ecco le più amate

La pelle a buccia d’arancia è un problema? Ecco i rimedi per affrontarla