Imparare a nascondere la ricrescita delle unghie è un modo pratico per prolungarne l’effetto senza troppi problemi. Ecco dei trucchi per farlo in modo impeccabile.

Chi ama sfoggiare unghie sane e belle sa bene come spesso sia molto utile ricorrere alla ricostruzione delle unghie. Questo procedimento ha però un aspetto negativo che è quello della ricrescita. Con il passare del tempo infatti, l’unghia naturale inizia a vedersi e questo porta a un effetto decisamente antiestetico. Ci sono però dei metodi semplici ed efficaci per nascondere la ricrescita e sfoggiare delle unghie e sfoggiare una manicure impeccabile più a lungo. Eccoli qui di seguito.

Refill con lo smalto contro la ricrescita delle unghie

Questa tecnica consiste nell’applicazione di uno smalto di colore simile a quello precedentemente usato ma un po’ più scuro alla base. In questo modo sarà possibile far notare il meno possibile lo stacco.

manicure lima
manicure lima

Per far sì che il risultato sia perfetto, lo smalto andrà applicato ogni due o tre giorni in modo da creare uno spessore simile a quello dato dall’unghia ricostruita. All’inizio potrà sembrare un’operazione un po’ complessa, degna delle migliori estetiste, ma, dopo un po’ di pratica, risulterà un gioco da ragazzi.

Trucchi alternativi per camuffare la ricrescita delle unghie

Ci sono poi almeno altri due rimedi efficaci per nascondere la ricrescita delle unghie senza troppa difficoltà e con un pizzico di fantasia. Vediamoli nel dettaglio:

– Applicazione di strass. In questo caso, basterà riempire la zona dello stacco con degli strass, alcuni dei quali andranno aggiunti anche sulla parte ricostruita. Questa operazione distoglierà l’attenzione dallo stacco, donando al contempo un effetto piacevole e super glam.

– Coprire la zona con un colore a contrasto. In questo caso si giocherà invece con i contrasti per ottenere un effetto diverso dal solito ma sicuramente piacevole. Anche qui, il trucco è quello di applicare abbastanza colore per simulare lo spessore dell’unghia.

Ovviamente esistono anche altre tecniche che variano dal tipo di ricostruzione che si è effettuata. Queste, infatti, possono essere a base di solo smalto permanente, in gel o in acrilico. In caso di dubbi e se non si è pratiche, è preferibile rivolgersi all’estetista che ha effettuato il lavoro. In questo modo si sarà certe del risultato e tutto senza rovinare le unghie.

TAG:
mani

ultimo aggiornamento: 02-11-2020


Addio tinta! Ecco come coprire i capelli bianchi in modo naturale

Come togliere il gel dalle unghie con metodi casalinghi, senza fare danni