Kefir: benefici e preparazione

Il kefir è una bevanda fermentata, ricca di proprietà benefiche. Vediamo insieme quali sono e scopriamo come prepararlo.

chiudi

Caricamento Player...

Sicuramente avrete sentito parlare ultimamente del kefir. Si tratta di una bevanda fermentata, a base di latte o acqua, dai numerosi benefici.

La preparazione del kefir è molto semplice, può essere fatto in casa senza problemi. Vediamo meglio quali sono le proprietà di questa bevanda e come prepararla.

Kefir: benefici e proprietà

kefir
FONTE FOTO: https://it.pinterest.com/pin/453878468680435948/

Il kefir, essendo fermentato, è fonte di fermenti lattici, fondamentali per il corretto funzionamento dell’intestino. Non contiene lattosio, quindi può essere bevuto anche dagli intolleranti. Oltre a migliorare la digestione, una flora batterica intestinale equilibrata garantisce il corretto assorbimento dei nutrienti e rafforza le difese immunitarie.

Questa bevanda contiene anche tantissime vitamine (in particolare quelle del gruppo B e la K), sali minerali (calcio, zinco, fosforo, magnesio) e amminoacidi. Grazie a queste proprietà, è consigliato ai convalescenti, ai bambini, alle donne incinte, agli anziani, agli sportivi e a tutti coloro che hanno bisogno di energia.

A fronte di tutti questi benefici, le controindicazioni sono davvero limitate: solo un consumo eccessivo (più di due tazze al giorno) può causare nausea e gonfiore addominale.

Kefir: dove si compra e come si prepara

Il kefir non si compra già pronto, ma va preparato in casa, comprando degli appositi granuli, anche detti attivatori, che danno avvio alla fermentazione e che possono essere utilizzati per preparare sia il kefir di latte sia il kefir di acqua.

I granuli non sono facili da reperire, di solito si trovano nelle erboristerie, nelle botteghe di prodotti naturali e in alcune farmacie. Se avete difficoltà a trovarli, potete cercarli online, ad esempio su Amazon.

Per prepararlo in casa vi servono:

– 50 grammi di granuli,

– mezzo litro di latte vaccino, latte vegetale (ad esempio di mandorla o soia) o acqua (in questo caso dovete aggiungere all’acqua un cucchiaio di zucchero di canna o farina di cocco),

– un barattolo di vetro con coperchio a chiusura ermetica.

Mettete i granuli nel barattolo di vetro, ricopriteli con il latte o l’acqua e chiudete con il coperchio. Attenzione: Il barattolo deve essere abbastanza grande da non riempirsi completamente. Riponetelo in un luogo fresco e asciutto (in estate meglio metterlo in frigorifero) e lasciate fermentare il latte per 48 ore, mescolando ogni tanto. Quando i granuli saranno aumentati di volume e il latte sarà diventato più denso, il kefir sarà pronto. Filtratelo per eliminare i granuli e bevetelo entro qualche giorno.

FONTE FOTO: https://it.pinterest.com/pin/453878468680435948/