I 5 motivi per cui dovresti mangiare i fichi d’india

Molto diffuso al Sud Italia, il fico d’india è un frutto gustosissimo e ricco di proprietà terapeutiche: ecco perché non dovrebbe mancare sulle nostre tavole.

I fichi d’india sono frutti dal colore giallo-arancio e dalla forma tondeggiante e leggermente allungata, ricchi di spine che ne ricoprono la buccia. Crescono da piante che assomigliano molto ai cactus – e in effetti le due specie sono “imparentate”. Se li hai mai assaggiati, sai che sono buonissimi e gustosi, perfetti per uno spuntino estivo. Se invece non li hai ancora mai provati, ecco 5 motivi per cui dovresti proprio farlo!

Le proprietà dei fichi d’india

Il fico d’india possiede valori nutrizionali molto interessanti: contiene vitamine e sali minerali in quantità, fibre e antiossidanti. Inoltre è un frutto poco calorico, adatto anche a chi segue una dieta dimagrante. Sapevi che le proprietà terapeutiche del fico d’india sono davvero notevoli? Scopriamole insieme.

Sono ricchi di fibre

Le fibre alimentari contenute nei fichi d’india svolgono molte funzioni. Innanzitutto hanno una leggera azione lassativa, tale da combattere la stipsi e regolare il transito intestinale. Inoltre favoriscono la digestione e proteggono la salute dello stomaco. Ma agiscono anche nel tenere sotto controllo i livelli di colesterolo cattivo nel sangue, a beneficio del cuore e dell’apparato vascolare.

Aiutano a dimagrire

Fichi d'india
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/fichi-d-india-fico-d-india-fico-3631115/

Sei a dieta? Niente di meglio di un buon fico d’india: come abbiamo visto, le fibre in esso contenute aiutano a digerire meglio e donano un senso di sazietà, che permette di non cedere alla tentazione di qualche spuntino fuori pasto. Inoltre questo frutto si è rivelato utile per ridurre l’assimilazione dei grassi e degli zuccheri, così da diminuire i rischi di obesità e di iperglicemia.

Stimolano la diuresi

Essendo ricchi di acqua, i fichi d’india favoriscono la diuresi e, in questo modo, l’eliminazione delle scorie dall’organismo. Questa azione permette di depurare i reni e di ridurre il rischio di formazione dei calcoli renali. Anzi, pare che siano addirittura in grado di favorire l’espulsione di quelli già presenti, purché ancora di piccole dimensioni!

Contengono antiossidanti

Polifenoli e flavonoidi svolgono un’importante azione antiossidante, contrastando gli effetti negativi dei radicali liberi. Queste sostanze rallentano l’invecchiamento cellulare, permettendo ai tessuti di rimanere in forma. Inoltre aiutano a prevenire malattie cardiovascolari e patologie neurodegenerative, come l’Alzhaimer.

Sono ricchi di mucillagini

Infine, i fichi d’india contengono mucillagini, che proteggono le pareti dello stomaco rivestendole di una sostanza che previene l’attacco degli acidi. Inoltre sono responsabili in parte dell’aumento del senso di sazietà: all’interno dello stomaco formano infatti questa gelatina che, grazie al suo volume, placa il senso di fame.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/fichi-d-india-fico-d-india-fico-3631115/

ultimo aggiornamento: 30-07-2019