Esercizi di Kegel: cosa sono e perché funzionano

Come realizzare la doppia coda

Gli esercizi di Kegel hanno notevoli benefici sui muscoli del pavimento pelvico. Vediamo cosa sono e come si fanno.

Gli esercizi di Kegel sono delle contrazioni volontarie dei muscoli pelvici, che sostengono la vescica, l’uretra, l’utero e il retto. Il loro nome deriva da quello del ginecologo che li ha inventati, lo statunitense Arnold Kegel.

Lo scopo di questi esercizi è quello di tonificare e rafforzare i muscoli del pavimento pelvico, per evitare prolassi e altri problemi dovuti ad un loro cedimento.

Esercizi di Kegel: i benefici

esercizi di kegel
FONTE FOTO: https://it.pinterest.com/pin/439312138637421670/

La ginnastica pelvica è fondamentale per rafforzare i muscoli che sostengono i genitali e le vie urinarie, che specialmente dopo il parto, in menopausa o in caso di obesità, possono cedere.

Gli esercizi sono utili sia alle donne che agli uomini, per curare e prevenire l’incontinenza urinaria, il prolasso dell’utero, l’anorgasmia, la disfunzione erettile, l’eiaculazione precoce e l’iperplasia prostatica benigna.

Particolarmente importanti sono gli esercizi post partum (in caso di parto naturale), per rendere di nuovo tonici i muscoli della vagina e del perineo.

Esercizi per pavimento pelvico: come si fanno

La prima cosa da fare per poter praticare gli esercizi di Kegel è imparare ad individuare e controllare i muscoli pelvici. Per riuscirci, provate ad interrompere il flusso dell’urina durante la minzione. I muscoli che sentirete contrarsi, sono quelli da allenare.

Fatto ciò, potete passare agli esercizi veri e propri. Svuotate la vescica completamente (fare gli esercizi con la vescica piena può indebolire il muscolo pubococcigeo), sdraiatevi sul letto e contraete i muscoli del pavimento pelvico per dieci secondi, poi rilasciateli lentamente per altri dieci secondi. Ripetete questa serie per dieci volte, due o tre volte al giorno.

Durante gli esercizi, state attenti a non muovere le gambe, i muscoli addominali e i glutei, che devono restare rilassati. Se volete, potete anche fare gli esercizi stando in piedi o seduti, durante la giornata.

FONTE FOTO: https://it.pinterest.com/pin/439312138637421670/

Ricevi gli ultimi aggiornamenti, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 15-12-2017

Federica Maria Ferrara

X