Disinfettare il proprio piano cucina è un processo fondamentale per mantenere alto il livello di igiene della propria casa: scopriamo come farlo in modo naturale.

Il piano cucina è indubbiamente una di quelle zone della casa che è necessario disinfettare quotidianamente. Il motivo? Viene utilizzato regolarmente e germi e batteri potrebbero trasferirsi sul cibo che mangiamo. È quindi facile capire come tenere questa zona pulita sia di fondamentale importanza.

A differenza di quel che si potrebbe pensare, disinfettare il piano cucina al meglio non richiede l’utilizzo di costosi prodotti. Bastano tre prodotti naturali semplici da reperire, andiamo a scoprirli.

Disinfettare il piano cucina con l’aceto

Aceto di mele
Fonte foto:https://pixabay.com/it/mele-aceto-dimagrante-terapia-1008880/

Forse non tutti ne sono a conoscenza, ma l’aceto di mele è un ottimo disinfettante. In particolare, funziona da antisettico e impedisce la moltiplicazione dei batteri.

Per disinfettare il piano cucina con l’aceto, procuratevi un contenitore con lo spruzzino e mescolate al suo interno acqua e aceto. Quest’ultimo dovrà rappresentare un quinto del totale. Dopo aver miscelato a dovere, quanto ottenuto potrà essere utilizzato al posto dei classici spray disinfettanti acquistabili nei supermercati.

Se voleste aumentare l’efficacia del tutto, è possibile aggiungere alla miscela un po’ di succo di limone.

Il potere disinfettante degli oli essenziali

Quando si parla di disinfettanti naturali, gli oli essenziali sono indubbiamente uno dei metodi migliori a cui si può ricorrere. L’olio essenziale di tea tree e l’olio essenziale di eucalipto sono due valide alternative per disinfettare il proprio piano cucina. Il primo è indubbiamente una delle migliori sostanze antibatteriche naturali. Il secondo, oltre a eliminare sporco e batteri, rilascia un piacevole aroma nell’aria.

Per preparare un buon disinfettante con l’essenza di eucalipto, basterà aggiungere 75ml di olio essenziale ogni mezzo litro d’acqua. Se state utilizzando il tea tree, aggiungete 6/7 gocce di essenza, sempre ogni mezzo litro d’acqua.

Nel caso decidiate di utilizzare il tea tree oil, esiste un’altra versione del disinfettante, indicata soprattutto per zone con un’alta concentrazione di germi e batteri. Questa versione, nella quale il rapporto tra acqua ed essenza rimane uguale, si differenzia dall’altra per l’aggiunta di acqua ossigenata (circa 25 ml) e succo di limone (circa 15 ml).

Fonte foto: https://pixabay.com/it/mele-aceto-dimagrante-terapia-1008880/, https://pixabay.com/it/photos/piano-cottura-isola-cucina-1597026/

TAG:
chiedilo alla nonna star bene vetrina

ultimo aggiornamento: 23-04-2020


Belladonna, una pianta dagli infiniti effetti benefici: ma occhio alle controindicazioni

Come curare la cistite in modo naturale?