Le corde vocali infiammate possono creare diversi fastidi: vediamo quali sono le cause, i sintomi e i rimedi naturali più efficaci.

A tutti, prima o poi, può capitare di avere le corde vocali infiammate. La gola, specialmente durante i cambi di stagione, è esposta a sbalzi di temperatura, ma anche alcuni traumi possono causare la problematica in oggetto. Vediamo quali sono i fattori che la determinano, come si manifesta e se ci sono rimedi naturali efficaci.

Corde vocali infiammate: cause e sintomi

Un’infiammazione delle corde vocali, in gergo medico definita cordite, può colpire una o entrambi le corde vocali. Questa problematica è diffusa specialmente tra coloro che utilizzano la voce per lavoro, come cantanti e insegnanti. Allo stesso modo, però, può colpire anche tutte le altre persone. Generalmente, le corde vocali irritate possono essere causate da:

  • infezioni virali;
  • infezioni batteriche;
  • reflusso gastroesofageo cronico;
  • traumi;
  • ingestione di sostanze irritati;
  • inalazione di corpi estranei (ad esempio piccoli giocattoli nei bambini);
  • uso prolungato e intenso della voce;
  • fumo di sigaretta;
  • inalazione di inquinanti ambientali.

Le corde vocali infiammate presentano sintomi chiari, uno su tutti: la disfonia. Si tratta di un’alterazione del tono della voce, che si può verificare sia al mattino appena svegli che la sera. A questo fenomeno lampante si devono aggiungere: dolore mentre si parla, calo di voce, tosse stizzosa, voce bitonale, edema e mal di gola.

Corde vocali ingrossate: rimedi naturali

La cura delle corde vocali infiammate cambia in base alla causa che ha scatenato la problematica. In ogni caso, ci sono diversi rimedi naturali che possono donare un certo sollievo. Innanzitutto, è consigliato smettere di fumare e tenere la voce al riposo. Nel corso della giornata, bevete un po’ di acqua calda con l’aggiunta di succo di limone e un cucchiaino di miele. Questa soluzione aiuta a rimuovere il catarro, lenisce l’infiammazione e disinfetta le corde vocali. In alternativa, consumate tisane ben calde. Quelle più indicate sono a base di camomilla, zenzero e limone. Infine, introducete nella dieta cibi ricchi di vitamina A, E e C, nonché cereali integrali, frutta e verdura di stagione.

Riproduzione riservata © 2022 - NB

ultimo aggiornamento: 29-04-2022


Abbassamento della vista: da cosa dipende e come intervenire

Mielite: cos’è, quante tipologie ne esistono e le cure