Online come offline, la concorrenza oggi in ogni campo è elevata.

La necessità è quella di essere un passo avanti ai tuoi concorrenti. Questo è possibile con strategie semplici da applicare nella continuità del tuo business. Vediamole insieme.

concorrenza
Fonte foto: citywire.com

Contenuti e messaggi accattivanti

Analizza i messaggi e contenuti dei tuoi competitors. Spesso hanno immagini accattivanti,  sempre nuove e messaggi chiari. Nuovi contenuti creano interesse ed empatia. Bisogna farli con cura perché un prodotto approssimativo comunica disinteresse. Non ci vogliono grandi capitali oggi per gestire questo aspetto. Ci sono strumenti online, spesso gratis, che ti aiutano a curare sia i tuoi contenuti che le tue immagini. Si può fare di tutto, per esempio modificare trasparenza immagine online e creare così contenuti personalizzati.

I tuoi contenuti devono essere:

  • Studiati e realizzati con cura.
  • Accattivanti e chiari.
  • Interessanti e comunicare qualche cosa d’interesse al tuo pubblico di riferimento.
marketing strategy
Fonte foto: unsplash.com

Analisi della concorrenza

Abbiamo sentito centinaia di volte questo suggerimento, ma come applicarlo facendo la differenza? Non basta sapere chi sono i competitor, ma bisogna approfondire l’analisi, chiedendosi:

  1. Dove sono attivi i concorrenti. Non è detto che lo siano solo nel campo di rifermento diretto.  Possono essere operativi in ambiti, che potrebbero essere importanti da tenere in considerazione. Questo implica essere costantemente informati sulla ricerca di potenziali gruppi di utenti a cui rivolgersi e studiare il nostro consumatore nell’evoluzione del suo comportamento di acquisto.
  2. Come agiscono. Capire e analizzare la strategia, il metodo comunicativo e la strada che segue la concorrenza è importante per costruire una nostra strategia, partendo da idee già esistenti da cui prendere spunto o usarle come case history per studiarne di nuove.

Quando parliamo di concorrenza non ci riferiamo solo ai nostri diretti competitor, ma dobbiamo avere anche il quadro della concorrenza indiretta. Se abbiamo, per esempio, un hotel i concorrenti diretti non sono solo gli altri hotel o B&B, ma lo sarà anche Airbnb con le sue proposte di affitto da privato, le agenzie immobiliari per affitti, i campeggi, i siti per scambio casa etc.

Valutare la nostra unique selling proposition

Non solo dobbiamo studiare il nostro utente, ma anche capire quello che è il vantaggio che apportiamo al cliente  e valutarlo. La presa consapevolezza di questo ti aiuterà a comunicare in modo chiaro il motivo per cui il consumatore dovrebbe scegliere te rispetto ai tuoi concorrenti. La usb è importante e, soprattutto, deve andare a soddisfare un bisogno o un desiderio del tuo cliente. La scelta ricadrà su di te perché hai attirato la loro attenzione e perché vai a colmare un bisogno o un desiderio. Facendolo, gli rendi la vita più facile o gli dai una soluzione.

Analizza la situazione della tua azienda

Una analisi dei punti di forza e debolezza della tua azienda è utile. Serve anche  a strutturare una strategia personalizzata. Una volta che conosci la concorrenza, non devi copiare esattamente quello che fanno, ma creare una tua strategia che sia  SMART. L’acronimo si riferisce al fatto che devi avere degli obiettivi e lo scopo è raggiungerli. Questi obiettivi devono essere strettamente legati alla situazione della tua attività ( dalla più grande alla più piccola). Per essere costruttivi all’azienda devono quindi essere:

  1. Specifici – chiari e definiti.
  2. Misurabili – con dati concreti per valutare se siano stati raggiunti.
  3. Raggiungibili – (in inglese Achivable)devono essere realistici. Questo è possibile solo conoscendo bene la tua situazione della tua azienda.
  4. Rilevanti – obiettivi che facciano la differenza e ti aiutino a crescere.
  5. Time – based  – ovvero che si sviluppino in un tempo definito senza procrastinazione.

In poche parole SMART.

obiettivo
Fonte foto: unsplash.com

Capire bene il mercato e i trend

Questo è fondamentale e richiede attenzione verso tutti i punti precedenti, che abbiamo visto. Infatti, è importante capire il comportamento della concorrenza nel mercato, cosa può dare la tua azienda o attività, quali obiettivi si possono raggiungere. Bisogna sempre essere attenti su come si sta muovendo il mercato e tentare di anticipare i bisogni. La mossa vincente sarebbe trovarsi nel posto giusto al momento giusto. Lo fanno anche tutti i tuoi concorrenti e tu, per primo, dovrai essere sul pezzo. Tutto questo perché il mercato non è una realtà statica, ma in continua evoluzione e cambiamento. Rimanere indietro rispetto a concorrenti è controproducente. Se a questo si aggiunge la valorizzazione  della propria selling unique proposition si riuscirà  a creare una strategia che non sia una corsa al massacro, solo per rimanere al passo con i concorrenti.

Conclusioni

Essere aventi rispetto ai concorrenti è un impegno che ogni attività si propone di fare e richiede impegno continuo e un’analisi, che porti alla piena consapevolezza dello scenario in cui si opera. Questo  va oltre il proprio pubblico di riferimento ma dà anche uno sguardo d’insieme perché proprio lì potrebbero esserci opportunità che fanno la differenza.

Riproduzione riservata © 2022 - NB

ultimo aggiornamento: 29-04-2022


Come funziona la tassazione delle polizze vita