Come si esegue e cos'è il fitwalking

Il Fitwalking, la camminata veloce che fa bene a tutti

Oggi sentiamo spesso parlare di dimagrimento e di passeggiate, con molti esperti che ci dicono quanto segue: basta mettere in moto l’organismo, anche per poche ore a settimana, per ottenere diversi benefici.

Però va anche aggiunto che esistono certe discipline che meglio si prestano al raggiungimento di questi obiettivi, come il fitwalking, a patto di padroneggiarne nel modo corretto le tecniche. Ecco spiegato perché oggi vedremo insieme come mettere in pratica la camminata veloce, cosa serve per eseguirla e quali sono i vantaggi derivanti dal fitwalking.

Come eseguire correttamente le tecniche di fitwalking

Innanzitutto la camminata veloce è un’attività fisica detta ciclica, in quanto si compone di cicli che hanno un inizio e una fine. Ogni ciclo comincia con il contatto prima del tacco e poi della punta di un piede, e si conclude con le medesime operazioni svolte dall’altro piede. Il ciclo, non a caso, viene diviso in due passi. Il segreto è riuscire a camminare velocemente rispettando le regole base del fitwalking, senza sembrare dei robot, e dando naturalezza all’andatura.

Per prima cosa si consiglia di eseguire con il piede il cosiddetto movimento a tampone, che prevede il suo totale srotolamento sul terreno (dal tacco alla punta). Così è possibile gestire anche il movimento della gamba, fatto di tre step: l’attacco (tacco sul pavimento), poi l’appoggio (suola) e la spinta (punta). È importante gestire anche le braccia, che con il loro movimento oscillatorio favoriscono l’andatura da fitwalking. Anche spalle, collo e testa devono lavorare all’unisono, per mantenere una postura dritta ma comunque naturale e sciolta.

L’attrezzatura necessaria per praticare il fitwalking

Si inizia dall’elemento più importante per qualsiasi sport o attività fisica, ovvero le scarpe. Per cominciare con il fitwalking va bene un qualsiasi paio di scarpe da ginnastica da donna, basta che sia comodo e dotato di un minimo di ammortizzazione. Poi, una volta che avrete preso un po’ di confidenza con le tecniche del fitwalking e avrete deciso di praticare con costanza questa attività, potrete passare a calzature di tipo più professionale.

Correre sotto la pioggia
Correre sotto la pioggia

Per quanto riguarda l’abbigliamento, in realtà non esistono delle regole precise, quanto piuttosto delle linee guida utili: in tal senso, il suggerimento è di vestirsi comodi, optando per capi sportivi evergreen come le t-shirt, le tute (quando fa freddo) e i pantaloncini. Naturalmente, anche in questo caso esistono degli abiti tecnici pensati proprio per questo genere di attività, come quelli realizzati in tessuti acrilici di ultima generazione.

In genere sarebbe il caso di optare per questi ultimi, perché i tessuti naturali come il cotone – pur essendo traspiranti – tendono ad appesantirsi assorbendo il sudore. Infine, ricordatevi di portare con voi accessori come il cardiofrequenzimetro, il contapassi, la fascia per la borraccia e un comodo polsino per detergere la fronte.

Quali sono i benefici della camminata veloce

Come anticipato poco sopra, il fitwalking permette di raggiungere diversi obiettivi in termini di salute del nostro organismo. Perché si tratta di un’attività aerobica piuttosto intensa, quindi utile in primo luogo per bruciare le calorie in eccesso, permettendo così di perdere peso in tempi piuttosto rapidi.

In realtà i benefici dati dalla camminata veloce vanno ben al di là della semplice perdita di peso: questa attività, infatti, aiuta a mettere in moto il sistema cardio-circolatorio e a potenziarlo, regalando diversi benefici non solo al cuore ma anche alla capacità dei polmoni. In secondo luogo, il fitwalking si rivela ottimale anche per ridurre il colesterolo cattivo nel sangue, per potenziare la circolazione linfatica e ovviamente per tonificare i muscoli di glutei e gambe.

Praticare la camminata veloce vuol dire abbracciare una serie molto ampia di benefici a patto di padroneggiare le tecniche corrette, perché il fitwalking richiede un po’ di esperienza e la giusta attrezzatura sportiva.

ultimo aggiornamento: 19-07-2019

>