Aria nella pancia, che fastidio!

Come realizzare la doppia coda

Soffri di forte pesantezza dopo i pasti? Persistente gonfiore e cattiva digestione accompagnano le tue giornate? Questi disturbi sono per la maggior parte scatenati dall’accumularsi di aria nella tua pancia.

In questo articolo vedremo quali sono le cause, i sintomi e modalità con cui il fenomeno si presenta nel tuo organismo. Infine, presteremo attenzione ad alcune idee su come togliere aria dalla pancia, rimedi e soluzioni adatte ad evitare questo fastidio.

Le cause

Per prima cosa c’è da dire che la presenza dell’aria nella pancia dipende non dal tipo di cibi che mangi ma da come questi vengono ingeriti. Vere e proprie bolle di gas nello stomaco, vengono generate da questo fattore. Ingerire gas durante il pasto è assolutamente normale. Tuttavia, uno stile alimentare scorretto, soprattutto dovuto ad una assunzione molto veloce dei cibi, permette di incamerare una dose eccessiva di aria nella pancia.

Sintomi

Tra i sintomi causati dalla presenza di aria nella pancia si trovano: gonfiore, eruttazione, flatulenza e dolore addominale. Non sempre questi si presentano contemporaneamente. Ciò è dipeso dalla quantità di gas presente nell’intestino e dalla capacità di trattenimento del gas di ogni organismo. Tuttavia, anche se in forma lieve, non devi sottovalutare il problema. Tali sintomi potrebbero essere indicatori di una irritazione in corso dell’intestino.

Disturbi gastrointestinali

Ingerire massicce quantità di aria durante il pasto può condurti ad una frequente eruttazione. Questo non è un fattore di poco conto. Ciò potrebbe, difatti, essere sintomo di un disturbo gastrointestinale, come il reflusso gastroesofageo o l’ulcera peptica. Fai attenzione, quindi, ad eventuali dolori che possono accompagnare questi fenomeni, da non confondere con eventuali problemi di appendicite o di disturbi cardiaci.

Rimedi più indicati

Cosa fare quindi? Molte possono essere le soluzioni adatte allo scopo. Se ti stai chiedendo come togliere aria dalla pancia, sappi che come descritto anche qui, molto dipende pure dalla sorgente di disturbo. La buona notizia è che i rimedi ci sono. Ma consultare il medico rappresenta innanzitutto un buon primo passo. Lo specialista, infatti, sarà in grado di riconoscere una intolleranza particolare, o magari una cattiva digestione dei latticini, di farinacei o altri cibi. Infusi, come quello al finocchio, spezie, come il curry, corrono in nostro soccorso: il primo è diuretico e stimola l’attività biliare, mentre il secondo facilita la digestione.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 22-01-2018

Redazione Biella

X