L’allergia al sole è una particolare reazione del sistema immunitario ai raggi solari. Ecco come riconoscerla.

L’allergia al sole è un problema di cui si sa ancora poco ma che nei mesi più caldi rappresenta un motivo di forte disagio per chiunque ne soffre. Chiamata anche fotoallergia, è una reazione che il sistema immunitario mette in atto alla luce del sole. In genere si manifesta in modi diversi che scaturiscono con sfoghi sulla pelle e che possono variare da persona a persona. È però molto importante imparare a riconoscerla in modo da prendersene cura nel modo giusto.

Allergia solare: quali sono i sintomi da riconoscere

viso arrossato
viso arrossato

Le cause dell’allergia alla luce non sono ancora del tutto chiare. Quel che è certo è che il sistema immunitario tende ad alterarsi quando riscontra delle variazioni sulla pelle dovute alla luce del sole. Quando ciò avviene, vengono attivate le difese immunitarie, tra le quali c’è appunto anche l’allergia. Tra i sintomi da riconoscere ci sono:

– Pelle arrossata
Prurito
– Vesciche
– Pelle dolorante
– Orticaria

Inoltre, l’allergia al sole può dar vita ad alcune forme di dermatite che sono:

– La dermatite polimorfa solare che è spesso causata da una frequente esposizione al sole.
– La dermatite polimorfa solare ereditaria. Simile alla prima ma trasmessa per via ereditaria che tende a comparire in giovanissima età.
– La dermatite fotoallergica che in genere ha luogo quando si entra in contatto con una sostanza chimica o che viene applicata sulla pelle.

Per una vera e propria diagnosi, a volte si può ricorrere a dei test cutanei o ai così detti photopatch test. Raramente possono essere anche consigliati degli esami del sangue specifici o una biopsia della cute da svolgere al fine di scartare la possibilità di altre patologie.

Come curare l’allergia al sole

Purtroppo non esiste una vera e propria cura per l’allergia al sole. Si possono però mettere in atto alcune strategie preventive.

La prima è ovviamente quella di non esporsi al sole o di farlo in modo graduale per ridurre gli effetti sulla pelle. La protezione solare è sempre consigliata ma, in alcuni casi e sempre dietro consiglio medico, si può optare per degli antistaminici in modo da ridurre gli effetti spiacevoli dell’allergia.

TAG:
salute

ultimo aggiornamento: 27-04-2021


Dormire senza cuscino: i pro e contro che dovresti conoscere

Dolore al collo: da cosa dipende e come rimediare